SANITÀ. ZINGARETTI A VITERBO INAUGURA PRONTO SOCCORSO OSPEDALE BELCOLLE.

STRUTTURA AMPLIATA DEL 18%, AUMENTANO POSTI E MIGLIORA PRIVACY (DIRE) Viterbo, 23 dic. – Nuova veste per il Pronto soccorso dell’ospedale Belcolle a Viterbo. La struttura e’ stata presentata stamani dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – accompagnato dall’assessore alla Sanita’, Alessio D’Amato e dal direttore generale della Asl di Viterbo, Daniela Donetti – dopo la conclusione dei lavori la settimana scorsa. Il pronto soccorso dell’ospedale del capoluogo della Tuscia e’ stato ampliato del 18%, le postazioni monitorate sono passate da 8 a 22, e sono state anche apportate migliorie per quel che riguarda la sicurezza, la privacy (evitando ad esempio le barelle nei corridoi o le sale d’attesa per pazienti sovraffollate) e l’orientamento. Nello specifico, gli interventi finanziati dalla Regione Lazio per un importo complessivo di 480mila euro, hanno prodotto un ampliamento e l’ottimizzazione degli spazi sanitari all’interno della struttura, con particolare riferimento alle zone triage e codici, al fine di migliorare la qualita’ di presa in carico dei bisogni di salute degli utenti e le condizioni di lavoro dei professionisti. Un secondo ambito di intervento ha riguardato la viabilita’ di accesso per la quale e’ stata realizzata una nuova camera calda e l’ampliamento del piazzale esterno, con l’obiettivo di consentire ai mezzi di soccorso una movimentazione piu’ semplice e facilitata rispetto agli spazi precedentemente a disposizione. La superficie del Pronto soccorso e’ passata quindi da 696 a 820 metri quadrati. L’incremento degli spazi ha consentito di potenziare le postazioni monitorizzate che, dalle precedenti 8, sono passate alle attuali 22, gestite da una centrale operativa in telemetria, sotto lo stretto controllo degli operatori della sala codici rossi. Maggiore sicurezza, inoltre, per i pazienti e per gli operatori, grazie anche a 4 postazioni presenti nella sola area triage (al pari dei piu’ grandi ospedali universitari della capitale), a un medico dedicato operativo nell’area ‘open space’ del triage, allo sportello accoglienza individuato come interfaccia tra zona sociale e zona sanitaria, alla individuazione di spazi riservati per la sala decontaminazione e per la schock room per i pazienti politraumatizzati. “Quello di oggi- ha detto Zingaretti- e’ un esempio di come dietro a un atto amministrativo ci sia la passione di chi fa le cose. Sono testimone oculare di una piccola grande rivoluzione, sono contento perche’ quello che sta accadendo qui e’ figlio di un lavoro che ci sta portando fuori dal tunnel: e’ infatti un risultato tangibile dell’uscita dal commissariamento che finalmente ci consentente di chidere il bilancio in attivo, ma non vi dico di quanti milioni, perche’ l’assessore D’Amato me lo ha vietato (sorride, ndr). Qui non ci fermeremo finche l’ospedale non sara’ tutto aperto e funzionante”. “Quello inaugurato oggi e’ un nuovo Pronto soccorso moderno che sapra’ garantire elevati standard di qualita’ nel servizio erogato- ha aggiunto D’Amato – Potenziamo la rete dell’emergenza puntando all’umanizzazione delle cure, ottimizzando l’accesso dell’utenza e migliorando le condizioni di lavoro dei medici e dei professionisti che ogni giorno sono in prima linea”. “I nuovi locali del Pronto soccorso- ha concluso Daniela Donetti- ci consentono, inoltre, di potenziare sensibilmente tutti quegli aspetti che sono legati all’umanizzazione e al rispetto della privacy”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:240
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...