SANITÀ. SILERI: INVESTIREMO SU TERAPIE INNOVATIVE, MA NO A CENTRI COME ‘FUNGHI’ “PER GARANZIA PAZIENTI SOLDI SOLO A QUELLI DI QUALITÀ, 60MLN SU CAR-T È INIZIO”.

(DIRE) Roma, 26 ott. – “Per le terapie innovative troveremo finanziamenti e le renderemo sostenibili e soprattutto
accessibili a tutti coloro che ne hanno bisogno, purchè non si generino dispersioni con centri che nascono come ‘funghi’ ma che poi non sono in grado di portare a termine i risultati”. Lo ha detto il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo oggi al ministero alla presentazione del secondo Report italiano sulle Atmp- Advanced therapy medicinal products. “Serve un’adeguata locazione dei soldi- ha proseguito Sileri- nel senso che bisogna dare i soldi solamente a quei centri che sono in grado di produrre ricerca di livello e risultati. Questo per i pazienti significa garanzia che in quei centri possono ottenere il miglior trattamento”.
Intanto oggi il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato in audizione in Commissioni riunite di Senato e
Camera, durante la presentazione delle linee programmatiche, che il governo investirà sulle Car-t 60 milioni di euro, prevedendo 10 milioni per ogni officina farmaceutica, cioè per quei laboratori ad altissima tecnologia in cui vengono modificate le cellule immunitarie del paziente contro i tumori.
“Gli investimenti sulle Car-T sono solo un inizio” ha commentato il viceministro Sileri”, quanto ai tempi, il “2020 è
vicinissimo, passerà la finanziaria e il prossimo anno siamo già a lavoro e operativi”, ha concluso.
Agenzia DIRE  www.dire.it
Visite: 41

Potrebbero interessarti anche...