SANITA’. Coronavirus, Speranza: Chiesta riunione a ministri Salute europei.

(DIRE – Notiziario settimanale Sanita’) Roma, 29 gen. – Sull’emergenza del nuovo Coronavirus “ho chiesto una riunione a tutti i ministri della Salute dell’Unione europea, sia alla Commissaria europea sia alla presidenza di turno croata”. Lo ha fatto sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine della presentazione a Roma di alcuni progetti di ricerca di Airalzh per il finanziamento di studi sull’Alzheimer. “Nessun Paese ce la fa da solo- ha proseguito- La chiave per affrontare questa vicenda e’ un nuovo grande coordinamento internazionale”. Speranza ha infine fatto sapere che “bisogna rafforzare ancora di piu’ il monitoraggio istituzionale” e che l’Italia e’ “in collegamento costante con l’Oms”. CONTROLLI SU AEREI PRIVATI DA CINA – E’ stato deciso di convogliare verso l’aeroporto sanitario di Roma Fiumicino gli eventuali voli privati in arrivo dalla Cina destinati allo scalo di Ciampino. Si sta procedendo per estendere la stessa misura agli altri aeroporti italiani e consentire l’atterraggio dei voli dalla Cina solo a Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Nello scalo romano, oltre al canale di controllo sanitario gia’ attivo, sono stati installati altri 4 scanner termici posizionati direttamente ai gate di arrivo che saranno operativi nelle prossime 48 ore. MASCHERINE ESAURITE? BOMBARDAMENTO MEDIATICO – “È chiaro che c’e’ un bombardamento mediatico molto forte. Il mio messaggio al Paese e’ che le istituzioni stanno facendo tutto quello che e’ nelle loro possibilita'” ha detto Speranza, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sulla notizia delle mascherine protettive andate esaurite nelle farmacie di Roma e Milano. “L’attenzione dell’Italia e’ tra le piu’ alte a livello internazionale- ha proseguito Speranza- e c’e’ un rapporto costante con tutte le istituzioni internazionali. La task force che tutte le mattine si riunisce al ministero e’ attiva 24 ore su 24 per aumentare il livello dei controlli e monitorare i casi che si dovessero verificare”. Le istituzioni internazionali, stanno facendo “tutto il possibile”, ha fatto sapere ancora il ministro, che ha tenuto infine a ringraziare “tutti coloro che in queste ore stanno lavorando per alzare il livello di sicurezza del nostro Paese”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 88

Potrebbero interessarti anche...