SANITA’. CIACCIARELLI: POTENZIARE STRUTTURE OSPEDALIERE NEL LAZIO.

(DIRE) Roma, 17 ago. – “Il Lazio e’ in testa tra le Regioni italiane per il piu’ alto indice di pazienti in cerca di cure fuori Regione, i cosiddetti viaggi della speranza, con il 13,9% secondo il nuovo rapporto della Fondazione Gimbe sulla mobilita’ sanitaria in Italia, seguito dalla Campania con il 10,1%. La sanita’ pubblica del Lazio si trova, pertanto, nell’ultima delle quattro categorie stilate dal rapporto, ossia quella delle Regioni con un ‘saldo negativo rilevante’, che vede, appunto, il Lazio – Euro 289,2 milioni, Calabria – Euro 319,5 milioni, Campania – Euro 302,1 milioni”. E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli. “Il Lazio risulta, quindi, la terza regione per mobilita’ passiva dopo Calabria e Campania. Il Lazio e’ chiamato al saldo di 289 milioni e 175 mila euro, comprensivo dei conguagli dal 2013 al 2016. Occorre tener presente che un terzo delle Pet, con +58%, viene effettuato fuori dalla nostra Regione, soprattutto in Campania ed in Molise, con un costo per la Regione di 9 milioni e 700 mila euro l’anno. Si tratta di dati eloquenti che certificano una situazione complessa sotto il profilo economico e che lasciano, altresi’, emergere la carente fiducia del cittadino laziale nella sanita’ pubblica locale. Ebbene, e’ proprio qui che si deve necessariamente intervenire: e’ indispensabile potenziare ulteriormente le strutture ospedaliere presenti sul territorio regionale, soprattutto in provincia di Frosinone, al fine di assicurare un’assistenza sanitaria di elevata qualita’, affinche’ i cittadini possano scegliere cure in loco, interrompendo la consuetudine dei viaggi della speranza che pesano sulle finanze delle As”, conclude.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 30

Potrebbero interessarti anche...