SANITA’, CIACCIARELLI: “NEL LAZIO 1 OPERATORE SANITARIO OGNI 2,6 MEDICI. SI RAGGIUNGA MEDIA OTTIMALE NEL RAPPORTO INFERMIERI-MEDICI ED INFERMIERI- PAZIENTI.”

Le uniche Regioni che hanno raggiunto la media del rapporto 1:3 tra medici e infermieri sono, secondo l’analisi condotta dal Centro studi della Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri sui dati del Conto annuale 2016 del ministero dell’Economia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Molise e Bolzano. Nel Lazio si possono contare circa 20.099 infermieri e 7.704 medici, con un rapporto che si attesta a 1 operatore sanitario ogni 2,6 camici bianchi, per cui mancano circa 3.013 unità di personale infermieristico per raggiungere un rapporto ottimale di 1: 3 con il personale medico.

Grave è nel Lazio la carenza di personale infermieristico. Attualmente sarebbero necessari 5.835 infermieri per coprire le esigenze degli ospedali del Lazio, dei poliambulatori, dei distretti, ove ogni infermiere deve in media far fronte a circa 16 pazienti, di contro alla media nazionale.

Nei prossimi cinque anni, come denunciano alcuni sindacati, sono previsti almeno 7.500 pensionamenti, che in dieci anni arriveranno a 17.500, per cui si necessita di almeno 10 mila assunzioni.

Poiché le graduatorie si chiuderanno il prossimo 31 Dicembre, è necessario che si proceda con l’indizione di nuovi bandi per nuove assunzioni, al fine di raggiungere una media ottimale del rapporto tra personale medico e personale infermieristico e del rapporto infermiere- paziente.” E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli. 

Potrebbero interessarti anche...