SANITA’, CIACCIARELLI: ” COSTI ALTI PER LA CURA DEL DIABETE NEL LAZIO SECONDO RAPPORTO ANAC. UNIFORMARE I COSTI DEL LAZIO A QUELLI DI REGIONI PIU’ VIRTUOSE”.

“Secondo il Rapporto stilato dall’Anac, l’Autorità nazionale Anticorruzione, che ha avviato un’indagine conoscitiva sul mercato dei dispositivi medici per l’autocontrollo e l’autogestione del diabete mellito, la Regione Lazio potrebbe risparmiare il 54,5% dei costi se si allineasse ai prezzi sostenuti dalla Regione Abruzzo, indicata dall’Anac come ente virtuoso, arrivando a risparmiare ben 38 milioni e 731 mila euro. Per l’acquisto dei presidi medici per i diabetici il Lazio spende per le lancette pungidito 0,113 quasi il quadruplo rispetto all’Abruzzo 0,033, quasi il triplo per le siringhe da insulina e più del doppio per le strisce per il controllo della glicemia e gli aghi penna.  I mancati risparmi si tramutano in una maggiore spesa per abitante residente che per il Lazio ammonta a 12,07, un costo triplo rispetto al 4,31 dell’Abruzzo, un terzo in più rispetto alla media sostenuta dal resto degli italiani. La spesa media per ogni paziente nel Lazio ammonta a 185,23, più del doppio di quella abruzzese, 75,45 ed il 16 per cento in più rispetto alla media nazionale 158,98.  Ci troviamo di fronte a dati eloquenti: costi elevati a cui non corrisponde una eccelsa qualità del servizio. Allinearsi a regioni più virtuose consentirebbe un dimezzamento dei costi.” E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli.

Visite: 27

Potrebbero interessarti anche...