SANITA’, CIACCIARELLI: “APPROVATO ALL’UNANIMITA’ MIO ODG VOLTO A FAR SI CHE LE ECONOMIE DI SPESA NON TORNINO INDIETRO E SIANO DESTINATE ALLA RIABILITAZIONE TERRITORIALE, ASSISTENZA RESIDENZIALE, PSICHIATRICA E PER CURE PALLIATIVE.”

“E’ stato approvato all’unanimità in Consiglio Regionale il mio ordine del giorno collegato alla proposta di legge concernente “disposizioni per la semplificazione e lo sviluppo regionale”, avente ad oggetto l’utilizzo dei fondi regionali da parte delle Asl, affinché  le economie di spesa non tornino indietro e siano destinate ai seguenti servizi: riabilitazione territoriale intensiva, estensiva e di mantenimento rivolta a persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale; assistenza residenziale intensiva, estensiva e di mantenimento rivolta a persone non autosufficienti, anche anziane; assistenza psichiatrica ed assistenza per cure palliative.  L’ordine del giorno è, inoltre, volto ad assegnare le risorse aggiuntive, e frutto di economie di spesa da altre tipologie assistenziali, in maniera equa e proporzionale alle strutture accreditate del territorio, fino a soddisfare la capacità produttiva massima accreditata di ogni singolo erogatore e di valutare, attraverso un tavolo di monitoraggio, la correttezza delle somme attribuite alle Asl, tenendo conto del fabbisogno di prestazioni e della popolazione residente. La distribuzione delle risorse su base territoriale, infatti, non è uniforme e non è parametrata al fabbisogno effettivo, né tantomeno alla popolazione residente. Questa difformità genera, su base territoriale, delle carenze per alcune tipologie assistenziali, ad esempio la riabilitazione territoriale, e delle eccedenze per sottoutilizzo per altre tipologie assistenziali, ad esempio l’assistenza residenziale per anziani e l’assistenza psichiatrica. Le Asl debbono poter disporre delle risorse assegnate tenendo conto delle specifiche necessità del territorio e che quindi debbano poter disporre dell’intero stanziamento ridistribuendo le economie di spesa nei settori in cui si evidenziano delle carenze assistenziali. Vi sono, inoltre, prestazioni territoriali che vengono erogate con anni di ritardo a causa delle enormi liste di attesa ed altre, invece, che hanno posti liberi per mancanza di domanda. Ciò è emerso con particolare riferimento alle strutture accreditate per erogare prestazioni di riabilitazione territoriale per soddisfare un fabbisogno ritenuto necessario nel secondo semestre 2017 a cui non è stato assegnato un budget adeguato per mancanza di fondi. Contestualmente si sono fondi non utilizzati a causa della mancata occupazione di posti di assistenza per non autosufficienti o psichiatrici. “ E’ quanto dichiara il Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli.

Visite: 27