SANITÀ. ASL VITERBO: ERNIA ADDOMINALE, A BELCOLLE ‘OPEN DAY’ PREVENZIONE.

(DIRE) Roma, 27 ott. – Oggi, dalle ore 9 alle ore 14, i medici dell’unita’ operativa di Chirurgia generale oncologica dell’ospedale Belcolle di Viterbo, diretta da Raffaele Macarone Palmieri, saranno a disposizione dei cittadini della Tuscia per un open day, con visite gratuite, per la prevenzione e per la diagnosi precoce dell’ernia della parete addominale. La giornata di sensibilizzazione e di informazione e’ organizzata dalle associazioni Lega italiana per la lotta contro i tumori di Viterbo, Lilt, e per le malattie dell’apparto digerente, Amad, in collaborazione con i professionisti del reparto viterbese. “Le ernie della parete addominale anteriore- spiega Macarone Palmieri– sono situazioni patologiche in cui un viscere o il grasso del grembiule omentale fuoriesce dalla sua sede naturale, sfruttando la debolezza della parete muscolare dell’addome e passando attraverso una ‘porta’ naturale, come l’ombelico o il canale inguinale, o attraverso la sutura della parete addominale eseguita per un altro precedente intervento (laparocele). Le ernie della parete addominale sono molto frequenti: il 5% della popolazione nel corso della vita presenta un’ernia addominale. Ogni anno in Italia vengono praticati piu’ di 100mila interventi per ernia”. I fattori di rischio possono essere diversi: dall’obesita’ al fumo, fino alla bronchite cronica. E, poi, ancora: l’eta’, l’attivita’ lavorativa pesante, i traumi e gli forzi della parete addominale, le gravidanze multiple.

“Per la diagnosi- prosegue Macarone Palmieri- e’ necessaria la visita medica per rispondere ai seguenti quesiti: l’ernia c’e’? È complicata? Deve essere operata subito? In casi particolari puo’ essere utile, per la conferma diagnostica, l’esecuzione di una ecografia o di una Tomografia assiale computerizzata (Tac). La risoluzione della patologia erniaria e’ possibile soltanto con un intervento chirurgico. Il trattamento deve essere concordato con il paziente in base all’urgenza e alle esigenze personali. Le ernie di piccole dimensioni (inguinali, femorali, ombelicali, epigastriche, piccoli laparoceli) possono essere corrette in anestesia locale in day surgery, cioe’ con ricovero di qualche ora e dimissione in giornata. Le ernie complicate, o di grandi dimensioni, necessitano di anestesia generale o spinale e di almeno una notte di ricovero”. Oltre alla visita gratuita, i chirurghi di Belcolle si impegneranno a informare i cittadini circa i sintomi e le possibili complicanze delle ernie della parete addominali, e sui percorsi di presa in carico, con le indicazioni chirurgiche e la metodologia di intervento praticata nella struttura ospedaliera viterbese.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite:37