SANITÀ. ABBRUZZESE: SISTEMA A PEZZI PER COLPA DI ZINGARETTI.

(DIRE) Roma, 22 gen. – “Una sanita’ a pezzi. Un sistema in frantumi, questo e’ quello che ci lascia il governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti dopo 5 anni di governo. Anni in cui lo stesso Zingaretti e’ stato commissario ad acta della sanita’ e in cui le sue scelte scellerate e sbagliate hanno portato al depauperamento delle strutture sanitarie del territorio e quindi allo stremo gli ospedali delle zone periferiche. È noto a tutti, sia pazienti, utenti che personale sanitario che in queste strutture la situazione quotidiana e’ davvero critica. File estenuanti al pronto soccorso per una semplice visita tanto che a volte i pazienti preferiscono andare via e recarsi in altre strutture in province limitrofe. Per non parlare dei mesi di attesa a volte anni necessari per sottoporsi a un esame diagnostico o ad una visita specialistica. Tutto questo non e’ sostenibile i cittadini pagano le tasse, tra le piu’ alte della nazione per giunta, e hanno dei diritti. Diritti che non sono stati rispettati da parte di un Governo guidato dal centro-sinistra che ha invece fatto in modo che ci fosse un ‘turismo della sanita” verso le strutture della capitale o verso le strutture di altre regioni. Per chi ha le possibilita’ economiche e puo’ permettersi visite o esami nel settore privato allora forse c’e’ una speranza per chi invece non ha una condizione economica sufficiente allora la speranza e’ appesa a un filo e al tempo che passa tra la richiesta di una visita e l’effettivo giorno di prenotazione. Una situazione davvero critica e ingiustificabile che mette in difficolta’ persone affette da patologie croniche, degenerative e oncologiche. Persone di tutte le eta’ anziani ma anche bambini e a volte neonati. Letti insufficienti nei reparti che a volte addirittura chiudono, personale sanitario medico infermieristico insufficiente ad offrire risposte adeguate alle richieste di cure. Queste sono scene quotidiane negli ospedali di Cassino, Sora, Alatri e Frosinone in cui e’ capitato anche che si verifichino accese discussioni tra pazienti esausti e personale medico ridotto all’osso. Una guerra tra poveri frutto di scelte assurde di Zingaretti. È arrivato il tempo di cambiare e di ricordare che la salute e’ un diritto e va tutelato. E che i professionisti devono essere messi in grado di lavorare con mezzi adeguati e sufficienti alle richieste dei pazienti”. Cosi’ in un comunicato il consigliere regionale di Forza Italia Mario Abbruzzese. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:11
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...