SANITÀ. A GEMELLI ROMA ‘PROGETTO DOWN’, RICERCA PRENATALE SU TRISOMIA 21.

(DIRE) Roma, 21 nov. – Si chiama ‘Progetto Down’ il nuovo percorso di ricerca che verra’ presentato a Roma venerdi’ 22 novembre alle ore 12 nella Hall della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, promosso dal Centro Studi per la Tutela della Salute della Madre e del Concepito della Facolta’ di Medicina e chirurgia dell’Universita’ Cattolica in collaborazione con la Fondazione ‘Il Cuore in una Goccia’ Onlus. “Considerando che nel mondo la diagnosi prenatale di trisomia 21 e’ seguita da interruzioni volontarie di gravidanza nel 75% dei casi, il Centro Studi per la Tutela della Salute della Madre e del Concepito dell’Universita’ Cattolica ha recepito la richiesta della Fondazione ‘Il Cuore in una Goccia’ Onlus di avviare un progetto di ricerca sulla Trisomia 2- spiega il professor Antonio Lanzone, direttore del Centro Studi- Insieme alla Fondazione Onlus ci siamo fatti promotori di questo progetto che sposa perfettamente tutta l’attivita’ clinica e di ricerca dell’Unita’ Operativa Complessa di Ostetricia e Patologia Ostetrica del Policlinico Gemelli svolta in questi ultimi vent’anni, che guarda alle fragilita’ prenatali in ottica di accoglienza, cura e accompagnamento. E’ questo un progetto che mira ad aprire finestre di speranza per tutte quelle famiglie che ricevono una diagnosi prenatale di Trisomia 21″.

L’incontro sara’ aperto da Giovanni Raimondi, presidente della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Marco Elefanti, direttore generale Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Rocco Bellantone, preside della Facolta’ di Medicina e Chirurgia dell’Universita’ Cattolica, e Giovanni Scambia, direttore Scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, e introdotto da Antonio Lanzone, direttore del Centro Studi per la Tutela della Salute della Madre e del Concepito dell’Universita’ Cattolica e dell’Area Salute Donna del Dipartimento Scienze della Salute della Donna del Bambino e di Sanita’ Pubblica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs. Seguiranno gli interventi di Antonio G. Spagnolo, direttore dell’Istituto di Bioetica e Medical Humanities della Facolta’ di Medicina e Chirurgia, Maurizio Genuardi, direttore dell’Istituto di Genetica Medica e Medicina Genomica della Facolta’ di Medicina e chirurgia e direttore della Uoc di Genetica Medica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Roberto Bernabei, ordinario di medicina Interna della Facolta’ di Medicina e chirurgia e Direttore del Dipartimento Scienze dell’Invecchiamento, Neuroscienze, Testa-Collo e Ortopedia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, e Giuseppe Noia, responsabile dell’Hospice Perinatale-Centro per le Cure Palliative Prenatali ‘Santa Madre Teresa di Calcutta’ della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e presidente della Fondazione Il Cuore in una Goccia Onlus. “La letteratura esistente e gli studi finora condotti, mostrano possibilita’ concrete di sviluppo della ricerca sulla Sindrome di Down- aggiunge Giuseppe Noia- Per tale ragione viene presentato il Progetto Down, articolato su due livelli di studio: anzitutto, sperimentando nuove ipotesi sulle cause della sindrome e, quindi, studiando nuove possibilita’ di cura prenatale con approcci diversificati, diagnostici e terapeutici, finalizzati a ridurre il danno neurocognitivo del bambino con Sindrome di Down, prima della nascita. Esso si inserisce nella tradizione delle cure e delle fragilita’ prenatali, gia’ patrimonio culturale, umano ed operativo dell’Hospice Perinatale Centro per le Cure Palliative Prenatali – ‘Santa Madre Teresa di Calcutta’ del Policlinico Gemelli. La Fondazione ‘Il Cuore in una Goccia’ Onlus, in adempimento della sua mission rivolta alla tutela e cura della vita nascente, e attraverso la collaborazione attiva con il Centro Studi per la Tutela della Salute della Madre e del Concepito dell’Universita’ Cattolica, sostiene e promuove il Progetto Down”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 576

Potrebbero interessarti anche...