FROSINONE: PRESENTAZIONE DELLA LISTA “CENTRO SOLIDALE PER ZINGARETTI”.

Bagno di folla ieri per il presidente Zingaretti all’hotel Astor di Frosinone per la presentazione della liste civiche Centro Solidale per Zingaretti e Civica per Zingaretti dove è stato accolto dall’entusiasmo di tantissimi cittadini. Come lo stesso presidente ha sottolineato “le tante candidate e candidati che si ritrovano insieme, uniti per combattere hanno dato uno spettacolo bellissimo”. Ed è davvero inedito che due squadre in competizione, seppure all’interno della stessa alleanza, si presentino insieme, a sottolineare che il progetto, fortemente voluto da Zingaretti, di allargare l’alleanza alle esperienze del volontariato e della solidarietà, alle competenze del territorio costituiscono il valore aggiunto non solo in termini di consenso e proposta programmatica, ma anche testimonianza concreta di un ricostruito rapporto di fiducia con i cittadini della nostra provincia e del Lazio e della percepibile speranza di vedersi rappresentati da persone perbene.

Tutti i candidati sono intervenuti mettendo in evidenza il grande lavoro di risanamento finanziario che ha inciso sulla carne viva dei cittadini ma che ha centrato l’obiettivo di restituire un futuro ad una regione indebitatissima. Si è parlato di lavoro e di impresa, di sanità e di ambiente con l’orgoglio per i tanti passi in avanti già fatti ma con la consapevolezza che ancora molti sono i problemi da affrontare e risolvere. La nostra provincia, soprattutto, morsa da una crisi economica, sociale ed ambientale fortissima richiede un ripensamento del modello di sviluppo per restituire possibilità di lavoro senza rinunciare alla qualità della vita e dell’ambiente. Elisa Costantini, ex vice sindaco del comune di Fiuggi, candidata nella lista Centro Solidale per Zingaretti, ha sottolineato l’enorme ricchezza del nostro patrimonio naturale,storico ed artistico che adeguatamente valorizzato può fare del turismo un volano di sviluppo della nostra provincia . “Il turismo nazionale e regionale è un settore in crescita ed è un trend che va cavalcato per creare sviluppo ed occupazione in un territorio in cui la deindustrializzazione ha creato tanti problemi” – afferma la Costantini – “è necessario mettere a sistema le eccellenze del territorio e fare rete, far parlare i territori tra di loro attraverso i patti territoriali costruendo una trama di distretti ,a cominciare dal Distretto Termale Regionale e dal Distretto Turistico dell’Alta Ciociaria, e reti d’impresa per mettere in sinergia pubblico e privato in un percorso di sviluppo concreto, sostenibile e solidale.”

Visite: 38

Potrebbero interessarti anche...