ROMA. RAGGI: NEL 2020 STABILIZZEREMO ALTRI 100 INSEGNANTI, 1600 IN TRE ANNI.

(DIRE) Roma, 12 gen. – “Avete mai trascorso mattinate intere con il cellulare in mano, in attesa della chiamata giornaliera di lavoro senza alcun riconoscimento? È cio’ che vivono spesso insegnanti e maestre, vittime del precariato piu’ selvaggio.
Mattine intere, trascorse con il cellulare in mano, attendendo un’eventuale telefonata per una supplenza giornaliera. Una procedura che gia’ da Consigliera mi fece rabbrividire”. Cosi’ la sindaca di Roma Virginia Raggi su facebook. “Con il nostro lavoro – aggiunge- stiamo cercando di contrastare il fenomeno del precariato storico. Nel corso del 2020 stabilizzeremo altre 100 maestre e insegnanti, raggiungendo cosi’ quota 1.600 in tre anni. Lo scorso 30 dicembre, presso la Nuova Fiera di Roma, si e’ tenuto il concorso indirizzato a maestre e insegnanti gia’ presenti negli elenchi comunali.
L’esito della prova consente la costruzione di due graduatorie, una per l’asilo nido e l’altra per la scuola dell’infanzia, da cui attingere per soddisfare i fabbisogni di personale. Il concorso si e’ svolto nel migliore dei modi: ringrazio per questo il Dipartimento Risorse Umane e l’Assessore al Personale Antonio De Santis. Inserendo i vincitori nelle due graduatorie, garantiamo cosi’ il giusto riconoscimento a chi in questi anni ha prestato servizio per Roma Capitale, in molti casi addirittura dal 2010. Allo stesso tempo, rendiamo piu’ solido l’impianto organizzativo”.
Raggi conclude: “Un intervento che si integra con il lavoro strutturale avviato gia’ dall’estate 2016 per contrastare il precariato storico. Lo abbiamo ritenuto il modo migliore per rimettere ordine”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 93

Potrebbero interessarti anche...