ROMA, OPERATRICI DELLE MENSE SCOLASTICHE SENZA REDDITO DA MARZO. ARENARE (SINLAI): “2000 FAMIGLIE SULL’ORLO DEL BARATRO”.

Sono oltre 2000 le lavoratrici delle mense scolastiche di Roma, a casa dagli inizi di marzo, che sono ancora in attesa degli ammortizzatori sociali – la denuncia arriva da Valerio Arenare, segretario nazionale del Sinlai Sembra che siano invisibili, nessuno si ricorda di loro, eppure si tratta di una categoria professionalmente vulnerabile, visto che gli stipendi sono bassi e, spesso, hanno contratti parziali che, tra l’altro, non coprono i mesi esistivi. Ed ora, da oltre due mesi, si ritrovano senza il benché minimo reddito, in attesa del fondo di integrazione salariale (Fis), che è finito vittima dell’inaudita inefficienza dell’ente previdenziale. Purtroppo, oltre 2000 famiglie romane, molte delle quali monoreddito prima della quarantena, sono sull’orlo del baratro; mentre la politica locale e nazionale continuano con i proclami propagandistici, l’Italia sta morendo”.

Visite totali:135
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...