ROMA. BONACCORSI: AFFOGA NEI RIFIUTI PER NON DISTURBARE CAMPAGNA DI MAIO.

“RETROMARCIA SU RICHIESTA AIUTO A EMILIA ANCHE SE MILLE TONNELLATE IN STRADA” (DIRE) Roma, 7 gen. “Roma affoga nei rifiuti per non disturbare la campagna elettorale di Luigi Di Maio e del Movimento 5 stelle. E’ questo il quadro che emerge dalla retromarcia decisa da Virginia Raggi sull’invio di rifiuti in Emilia”. Lo scrive su facebook la deputata del Partito democratico Lorenza Bonaccorsi, presidente del Pd Lazio. “Come possono vedere tutti i romani da settimane – prosegue Bonaccorsi – i cassonetti sono stracolmi, ci sono 1.000 tonnellate di monnezza per strada che non vengono raccolte perche’ non si sa dove smaltirli, ma l’Amministrazione M5s preferisce tenerli a marcire sui marciapiede piuttosto che trovare una soluzione, perche’ la priorita’ per Virginia Raggi e’ non far pagare un prezzo politico al suo partito. Dei romani non gliene importa nulla. Erano stati loro a chiedere aiuto all’Emilia, con una lettera dei vertici Ama nominati proprio dalla Raggi. Ora hanno deciso la marcia indietro: non possono accettare di dover chiedere aiuto ad una Regione amministrata (e bene) dal Pd e dal presidente Stefano Bonaccini”. “Governano da 20 mesi la Capitale – scrive ancora la deputata dem – ma a parte aver regalato una girandola di assessori all’Ambiente e amministratori Ama, che cambiano ormai a cadenza mensile, non sono stati in grado di mettere in campo alcuna soluzione per evitare che Roma vada in emergenza rifiuti. Dopo quasi due anni in Campidoglio, ancora vogliono andare avanti col ritornello della colpa a chi c’era prima? La verita’ e’ che di Roma non gli importa nulla, per loro conta solo assecondare i diktat di Casaleggio per la campagna elettorale nazionale. #Raggiri”. 

Visite totali:20
Print Friendly, PDF & Email