RIFIUTI. VALERIANI: ENTRO UNA SETTIMANA ROMA TORNERÀ ALLA NORMALITÀ.

“NON SI PUÒ MANDARE PER SEMPRE IMMONDIZIA IN SVEZIA, SERVONO IMPIANTI QUI” (DIRE) Roma, 10 lug. – “Oggi va meglio di ieri, domani andra’ ancora meglio, in sette-otto giorni la citta’ tornera’ alla normalita’. In una settimana si deve pulire Roma, che e’ in un degrado assoluto che fa rabbrividire tutti i cittadini”. Lo ha detto l’assessore regionale del Lazio ai Rifiuti, Massimiliano Valeriani, parlando a Radio Radio. Gli effetti dell’ordinanza regionale di venerdi’ scorso cominciano a vedersi, non ci sara’ un commissariamento di Roma Capitale: “Non vedo motivo di ipotizzare scenari negativi, l’istituto dell’ordinanza, in caso di inadempienze, prevede meccanismi anche di commissariamento ma non e’ il caso di cui parliamo”, ha spiegato Valeriani. Il vero problema della Capitale, che ciclicamente porta a sfiorare l’emergenza rifiuti, e’ l’assenza di impianti: “Roma non ne ha, non e’ propaganda ma una triste realta’. E’ necessario colmare questo gap, lo riconosce il nuovo cda di Ama e ne e’ consapevole anche la sindaca: speriamo che nelle prossime settimane ci sia da questo punto di vista un salto di qualita’. Siamo tutti interessati a conoscere il nuovo piano industriale di Ama, speriamo che sia piu’ realistico del precedente e affronti il tema degli impianti senza i quali la citta’ va ciclicamente in emergenza”. Nel frattempo ci si prepara a spedire i rifiuti all’estero: “La soluzione prospettata stamane (nel corso del tavolo interistituzionale al ministero dell’Ambiente, ndr) per trovare una soluzione a breve e uscire dall’emergenza e’ la Svezia ma permanentemente non si puo’ portare l’immondizia in giro per il mondo perche’ ha costi pazzeschi- ha concluso Valeriani- Bisogna affrontare il tema degli impianti qui”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:17
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...