RIFIUTI. ROMA, DIARIO (M5S): INCENERITORI? OBIETTIVO RESTA DIFFERENZIATA.

(DIRE) Roma, 8 dic. – “Stamattina ho letto la ‘Repubblica’ e mi sono preoccupato…’Ora discarica e inceneritore’. Mi sono preoccupato perche’ questo significa che discariche e inceneritori sono diventate le modalita’ di chiusura del ciclo dei rifiuti da incentivare”. Lo scrive su Facebook Angelo Diario, consigliere comunale M5s a Roma. “Mi sono preoccupato- continua- perche’ questo significa che da domani iniziamo a bruciare e a portare in discarica tutta la monnezza di Roma. Oppure no? No, decisamente no. Zaghis (amministratore Ama, ndr.) non rompe nessun tabu’ grillino, il Movimento 5 Stelle era, e’ e sara’ sempre contro discariche e inceneritori. L’Amministratore Unico di Ama, da tecnico, spiega un concetto molto semplice: col 45% di raccolta differenziata, per smaltire i rifiuti e’ necessario buttarli in una discarica o in un inceneritore. Anche i rifiuti che vanno all’estero, infatti, sempre in un linceneritore vanno a finire… A meno che qualcuno non voglia fare credere che si biodegradano nel viaggio. Quello che cambia rispetto a incenerirli a km 0, pero’, e’ l’inquinamento aggiuntivo che si produce per il trasporto. Oltre a non biodegradarli, infatti, lo spostamento dei rifiuti produce anche CO2. Prendere atto di questo che e’ un dato di fatto, non significa che siano cambiati gli obiettivi politici, che erano, sono e saranno sempre la riduzione della produzione di rifiuti, l’aumento della raccolta differenziata, del riuso e del riciclo da una parte e la riduzione dell’incenerimento e dello smaltimento in discarica dall’altra. Nel frattempo pero’ dobbiamo assicurare che la citta’, diversamente come e’ da oggi, sia pulita”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 103

Potrebbero interessarti anche...