RIFIUTI. DURIGON: NUOVO SEQUESTRO ROCCA CENCIA CONFERMA ILLEGALITÀ DENUNCIATA.

(DIRE) Roma, 30 lug. – “La discarica di Rocca Cencia e’ stata nuovamente posta sotto sequestro. La nuova disposizione, ora disposta per l’intero sito, rende palesi le motivazioni che hanno portato il Comune a negare il nostro accesso agli impianti: nell’ordinanza di disposizione di sequestro si legge della mancata sicurezza per i lavoratori, dell’assenza di igienizzazione del sito, presidi anti incendio non adeguati, manutenzioni non corrette, mancata efficienza dei pozzetti per gli sversamenti, rifiuti ovunque e piu’ in generale di una scarsa efficienza del sito. Ora capiamo perche’ era tutto tenuto nascosto. Con la nomina di un commissario per l’intero impianto si estromette totalmente Roma Capitale dalle operazioni di regolarizzazione dell’impianto, in quanto Ama non ha ottemperato ad alcuna disposizione. Ora vista la solerzia dell’amministratore unico di Ama, Stefano Zaghis, nel vietare l’accesso ad impianti di proprieta’ pubblica, ci auguriamo la stessa rapidita’ nel rassegnare le proprie dimissioni per manifesta incapacita’. La citta’ rischia il collasso”. Cosi’ il deputato Claudio Durigon coordinatore di Roma e provincia della Lega. 

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 110