RIFIUTI. CACCIATORE: SU COLLEFERRO SARANNO CITTADINI A GIUDICARE.

(DIRE) Roma, 31 lug. – “Ieri l’Aula ha respinto due emendamenti con i quali chiedevo alla Giunta di tornare sui propri passi sul progetto di polo rifiuti (compound) di Colleferro. Di questo progetto- presentato come la panacea nel Piano Rifiuti- non sono chiari ne’ il funzionamento ne’ l’utilita’. L’unica cosa che si capisce e’ che un territorio massacrato viene ‘ricompensato’ con la convergenza nella stessa area degli scarti da rifiuti indifferenziati. Speravo si potessero risparmiare altre sofferenze ai cittadini che hanno pagato negli anni un prezzo pesantissimo sulla loro pelle, in termini di inquinamento, salute e peso sull’ambiente. Invece i miei emendamenti sono stati bocciati anche con il concorso dei consiglieri che dovevano difendere Colleferro, a partire da quelli provenienti da quel territorio: da chi nella Maggioranza ha votato contro a chi tra le Opposizioni era assente o non ha partecipato al voto. Emerge cosi’ come quella di chi gioiva per la chiusura della discarica pochi mesi fa era solo una passerella. Anche io ero a Colleferro il giorno della chiusura, ma ho fatto seguire atti scritti alle intenzioni di salvaguardia. Mi auguro che i cittadini sappiano valutare severamente l’operato dei loro rappresentanti”. Cosi’ in un comunicato Marco Cacciatore, Presidente Commissione X Regione Lazio.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 89

Potrebbero interessarti anche...