Retine in plastica per mitili, cotton fioc e polistirolo. Fare Verde ha trovato di tutto sulle spiagge italiane. Ecco l’elenco degli oggetti più strani ritrovati sugli arenili.

Fare Verde  ha pulito le spiagge italiane, nella seconda domenica della manifestazione Il Mare d’Inverno.

Il Presidente Greco: “Ancora retine in plastica per mitili, polistirolo, bastoncini cotton fioc, oltre alle solite bottiglie”.

Ecco gli oggetti più “strani” rinvenuti sugli arenili della Penisola.

Si è svolta ieri, Domenica 2 febbraio 2020, la seconda giornata della manifestazione nazionale “Il mare d’Inverno”, organizzata dall’associazione ambientalista Fare Verde e giunta quest’anno alla 29^ edizione.

L’evento ecologista più longevo d’Italiala prima edizione venne organizzata nel 1992, quest’anno ha ricevuto il Patrocinio della Commissione UE – Rappresentanza per l’Italia, la Camera dei Deputati, il Ministero dell’Ambiente e la Guardia Costiera.

“Oltre alle solite e super invasive bottiglie di plastica – dichiara il presidente nazionale di Fare Verde, Francesco Greco – ai primi posti nella hit-parade dei rifiuti rinvenuti dai nostri volontari sulle spiagge, spiccano quest’anno le retine per mitili, i bastoncini in plastica dei cotton-fioc e il polistirolo. Inoltre, abbiamo raccolto una grande varietà di oggetti che dovrebbero essere altrove e non certamente sugli arenili italiani.”

I volontari di Fare Verde hanno fatto un censimento dei rifiuti raccolti.

Tra gli oggetti più “strani” ritrovati segnaliamo: Duino Aurisina – Sistiana (TS) una boa e mozziconi di sigaretta; Rosolina Mare (RO) numerosi barattoli per detersivo non più in commercio da molti anni; Trani (BT), ciabatte e tappi di plastica; Mola di Bari (BA) stivaletti da donna e una seggiola in plastica; Terracina (LT) mozziconi di sigaretta, una batteria di fuochi d’artificio e il serbatoio di un’autoclave; Ladispoli (RM) i resti di un drone; Sperlonga (LT), una bicicletta, scarti di lavorazioni edilizie, mattonelle; Formia (LT), pezzi di plastica degradata, sette pneumatici, una fiasca per il vino, un ventilatore, carcasse di animali, un vecchio telefono cellulare.

Roma, 3 febbraio 2020

Associazione ambientalista Fare Verde.

ufficiostampa.fareverde@gmail.com

Silvano OLMI
Ufficio Stampa Fare Verde Onlus
Visite totali:81
Print Friendly, PDF & Email