Renzi chiude la porta a Mdp? “Ci hanno detto di tutto, Rosatellum non si tocca”.

“A me sembra che su questo tema si debba essere molto chiari, si potrebbe dire ‘ma come dopo tutto quello che ci avete detto come si fa a dialogare’, ‘dopo che avete definito Renzi il male assoluto…’. Se è una apertura seria allora discutiamo di cose concrete“. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di Lucia Annunziata a ‘1/2h in piu” su Raitre, rispondendo all’appello di Roberto Speranza.

Roberto Speranza ha posto condizioni chiare al Pd: ridiscutere il Rosatellum inserendo preferenze e voto disgiunto e abolire Jobs Act e Buona Scuola. Sul primo punto, la replica di Renzi è netta: “Io sono un pasdaran delle preferenze tanto che stavano nell’Italicum“, ora però “si è fatto un accordo con gli altri partiti e rimettere in discussione la legge elettorale oggi è molto difficile, sarebbe il tentativo di ricominciare tutto da capo”.

Il segretario dem dice poi la sua sulle mozioni che riguardano Bankitalia, puntando il dito contro Laura Boldrini: “l’arbitro è la presidente della Camera, è la sola persona che può decidere se una mozione è ammissibile. Io non avrei giudicato ammissibile la mozione dei 5 stelle“.

“Io- continua Renzi- rispetto le regole, il diritto parlamentare non è interpretabile, io se fossi stato presidente della Camera non avrei giudicato ammissibile la mozione 5 stelle, ma siccome è stata giudicata ammissibile non si può dire che la mozione del Pd è eversiva. Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto.”

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 28

Potrebbero interessarti anche...