REGIONALI. LEGAMBIENTE PUNGE BONACCINI: VUOLE ECO-VOTI? CAMBIARE.

PLASTIC TAX, FRATTINI: PRIMA SALVARE NOI E PIANETA, POI INDUSTRIA (DIRE) Bologna, 4 nov. – Lo stop alla plastic tax da parte del presidente della Regione Stefano Bonaccini fa arrabbiare gli ambientalisti. Soprattutto perche’ l’amministrazione regionale e il Pd dell’Emilia-Romagna hanno parlato di una svolta ambientale in vista del prossimo mandato in viale Aldo Moro. “Se la tassa sulla plastica usa e getta non va bene perche’ hai l’industria del packaging- scrive il presidente regionale di Legambiente Lorenzo Frattini- se l’autostrada di Sassuolo la devi completare perche’ serve a Confindustria Ceramica, se il settore delle estrazioni del gas non la metti in discussione perche’ hai imprese e lavoratori, se non tocchi le accise sui carburanti…a quando rimandi il cambiamento ormai urgente?”. “Parlo ovviamente- spiega poi Frattini via social- delle posizioni del presidente Bonaccini (o delle sue scelte comunicative) ma la destra non e’ dissimile, anzi peggio sulle strade”. Conclude il numero uno di Legambiente: “Penso che se uno intende prendere i voti di chi va nelle piazze per il clima dovrebbe avere una narrazione del futuro piuttosto diversa e molto chiara nelle priorita’. Prima l’urgenza di non condannare noi e il pianeta. Poi le necessarie considerazioni sulle politiche di riconversione da attuare per lavoro e industria”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:33
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...