REGIONALI. LAZIO, CANDIDATO CENTRODESTRA APPESO A SONDAGGIO BERLUSCONI.

(DIRE) Roma, 15 gen. – La scelta politica del candidato per la presidenza della Regione Lazio e’ appesa all’esito dei sondaggi commissionati in queste ore da Silvio Berlusconi in persona. Questa la situazione nel campo del centrodestra romano, alle prese con la risoluzione di un puzzle che ricorda molto da vicino quello che Salvini, Meloni e Berlusconi si ritrovarono davanti anche alle comunali di due anni fa: un candidato sceso in campo per primo, e senza appoggi ufficiali, oggi Sergio Pirozzi, allora Alfio Marchini, e il rischio di bruciarsi consensi reciprocamente in caso qualcun’altro volesse scendere in campo per sfidare nello stessa area politica il sindaco di Amatrice. Berlusconi un candidato cosi’ forte da ‘annullare’ l’effetto Pirozzi in effetti l’aveva trovato. Il tentativo fatto con Guido Bertolaso, nonostante le smentite dello stesso, e’ stato reale. Ma come fatto sapere dall’ex capo della protezione civile il suo ‘no’ ad ogni ipotesi di candidatura, dopo quello che successe due anni fa quando la sua corsa fu stroncata a meta’ percorso, e’ stato categorico. Altri candidati piu’ forti di Pirozzi ad oggi non sembra essercene: non lo e’ Gasparri mentre altri azzurri di peso, come Francesco Giro, non vogliono rischiare la corsa fratricida. Solo il classico coniglio nel cilindro partorito dall’immaginazione di Berlusconi e certificato dei sondaggi targati Ghisleri puo’ ribaltare il piano inclinato a favore del sindaco di Amatrice. E non sono pochi oggi, nel centrodestra, pronti a scommettere che alla fine la spuntera’ proprio Pirozzi. I risultati dei sondaggi sono attesi tra stasera e domani.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:17
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...