REDDITO CITTADINANZA. GASPARRI: SENTENZE LO ESTENDEREBBERO A IMMIGRATI.

(DIRE) Roma, 22 set. – “Sull’immigrazione dobbiamo rivendicare la politica di concretezza fatta dal centrodestra al governo attraverso il trattato Italo-libico, con leggi piu’ severe ma anche con politiche di accordi con i Paesi del Nordafrica. Conte invece non e’ riuscito a ricollocare nemmeno i cento clandestini della Diciotti”. Cosi’ il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, intervenendo alla tre giorni di Forza Italia e del Ppe a Fiuggi, ‘L’Italia e l’Europa che vogliamo’. “In termini propositivi- ha aggiunto- dobbiamo puntare alla revisione degli accordi di Dublino, ad intese tra Unione Europea e l’Africa, a un controllo piu’ efficace delle nostre frontiere. Ma il pericolo piu’ grave- ha denunciato Gasparri- e’ che con il varo del reddito di cittadinanza, a colpi di sentenze questo beneficio si estenderebbe non solo agli stranieri comunitari, ma a tutti gli extracomunitari con un permesso di soggiorno. È gia’ accaduto con sentenze della Corte Costituzionale per il bonus bebe’ anni fa”. Secondo Gasparri, “un reddito di cittadinanza come quello immaginato dal governo a trazione grillina sarebbe non solo uno spreco di risorse, che andrebbero invece indirizzate alla creazione di lavoro, ma attirerebbe in Italia un’altra invasione di clandestini speranzosi di ottenere questa erogazione. Peraltro quelli che sono gia’ in Italia con il permesso, e sono tantissimi, attiverebbero le procedure per ottenere il reddito di cittadinanza e, con un paio di sentenze, lo spreco pubblico italiano si allargherebbe. Di Maio dice delle bugie perche’ l’evidenza delle sentenze dimostra quello che diciamo”. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 37

Potrebbero interessarti anche...