REDDITO. BRUNETTA: UN CHIARO IMBROGLIO SOCIALE.

(DIRE) Roma, 6 feb. – “Una lista di grossolani errori tecnici, di errate valutazioni economiche, di chiari imbrogli sociali. Il tutto in una frenetica corsa elettorale per dare i soldi prima delle elezioni europee e conquistarsi il consenso del popolo, una lezione da Achille Lauro che il giovane Di Maio ha attentamente studiato e perfezionato. Uno scempio per il Paese che sta sollevando la contrarieta’ non solo degli imprenditori ma anche l’imbarazzo di tutte le associazioni del volontariato e del non profit”. Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile della politica economica di Forza Italia. “Di fronte a tutto questo- aggiunge- si e’ prodotto lo show di una luccicante tessera sotto teca, che imporra’ il consumo di Stato, subito poi esaltato dal posto sicuro assicurato dallo Stato, roba da comunisti degli anni ’70 e da ‘chavisti’ del XXI° secolo, che ammazzano il popolo e lo rendono schiavo. In Italia una cosa del genere non si era mai vista. Per questo noi saremmo sempre contro questo provvedimento e a favore di una vera politica contro la poverta’ e l’esclusione sociale, fatta di sostegno monetario, di sostegno alimentare, di sostegno abitativo, di inserimento al lavoro, di sostegno umano e soprattutto di sostegno allo sviluppo economico. Non questa roba che sta riducendo il Paese ad una nazione da ultimo mondo”.

Agenzia DIRwww.dire.it

Visite: 35

Potrebbero interessarti anche...