Quadrini:”Ricostruiamo il centrodestra unendo, non dividendo”.

Il conflitto politico tra Totiani e Forza Italia è appena iniziato, soprattutto in Provincia di Frosinone. Una sfida che tutti stavano aspettando, anche per vedere il peso politico del nuovo movimento del Presidente della Regione Liguria. In Provincia di Frosinone iniziamo a vedere i primi esodi da Forza Italia, prima Abbruzzese, poi Ciacciarelli e ora Tommaso Ciccone.  Ma non è mancata la risposta di Gianluca Quadrini, Vice Coordinatore Regionale che non solo dimostra di avere con se molti amministratori ma soprattutto manda un segnale chiaro a tutti: “Forza Italia è ancora viva”.
“Ringranzio Tomasso Ciccone per il supporto che ha dato alla causa e per avere preso posizione uscendo allo scoperto. -afferma Quadrini-. Noi continuiamo per la nostra strada,contribuendo sempre di più alla crescita del Partito. Forza Italia è un Partito che si sta ristrutturando a dimostrazione che negli ultimi mesi ci sono state molte adesioni di Sindaci, Amministratori e simpatizzanti su tutto il territorio. Ed è importante fare un’analisi. Da quando alcune persone hanno abbandonato il Partito, Forza Italia sta aumentando nei consensi elettorali. Questo dimostra che la vera ristrutturazione del Partito già inizia a dare i suoi frutti.”

Poi aggiunge: “Ciò che avevo detto nei giorni scorsi ha, quindi, un suo riscontro. E lo avevo detto in tempi non sospetti: chi andava con Toti non poteva rimanere nel nostro partito. Si sta facendo chiarezza e questo è un bene. Nessuna novità. Esponenti del calibro di Antonio Tajani e Claudio Fazzone erano e restano punti di riferimento. Forza Italia ambisce ancora ad essere protagonista nel centrodestra. Gli autorevoli ultimi sondaggi ci danno come 2° partito all’interno del cdx.”

“Poi conclude: “Faccio appello a tutti i referenti politici del cdx, quindi Lega e Fdi a mettersi tutti, subito, intorno ad un tavolo per ricostruire quella vecchia alleanza che ha dato tante soddisfazioni a questo territorio. Tenendo conto che anche a livello nazionale è in procinto di governare un governo di sinistra, ossia quello di Pd e M5S. Dobbiamo fronteggiare un governo di sinistra, non scelto dal popolo.”

Visite totali:19
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...