Quadrini: Forza Italia resta centrale..tutto il resto è gossip

“Noi governiamo con il Pd? Ridicolo. Dove stava Ciacciarelli quando si votava la sfiducia a Zingaretti? E l’asse di ferro tra Abbruzzese e De Angelis fa parte della storia di questo territorio”.

Come volevasi dimostrare. Forza Italia si è rimessa in cammino e, soprattutto, al centro della politica provinciale. Oltre che nazionale. Ancora una volta qualcuno ci aveva, in modo sbrigativo, dati per morti.
La nomina dei commissari va letta per intero: Daniele Natalia è il sindaco di Anagni, una persona che ha dimostrato di avere consenso e personalità. Adriano Piacentini, oltre che il presidente del consiglio comunale di Frosinone, rappresenta una parte di storia “azzurra” della Ciociaria. E va ringraziato per l’umiltà che continua a mantenere, lui che non deve certo dimostrare più nulla a nessuno. Rossella Chiusaroli è stata consigliere comunale e provinciale, oltre che tante altre cose ancora. Persona competenze e di partito. Insieme al senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone non abbiamo avuto dubbi a puntare su questa “terna”. Ma c’è un discorso politico da affrontare. Intanto il rapporto con Cambiamo. Qualcuno ha deciso di lasciare Forza Italia e aderire al movimento del presidente della Liguria Giovanni Toti. Tutto legittimo, per carità. Ma certo non si può pensare di mantenere ruolo ottenuti in Forza Italia cambiando partito. Ci saremmo aspettati le dimissioni, che non sono arrivate. In alcuni casi siamo intervenuti, ma non per consumare uno “sfregio”, semplicemente per ripristinare un ordine logico prima che politico. Ho letto che il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli sostiene che Forza Italia fa da stampella a Nicola Zingaretti e che governa con il Pd in Ciociaria. Battute da cabaret. Perché quando si è trattato di votare la sfiducia a Zingaretti, mi sembra che Ciacciarelli non ci fosse. Era all’estero per motivi “istituzionali”? Poteva disdire e provare a far cadere il Governatore. Quanto all’asse di ferro di Mario Abbruzzese con Francesco De Angelis sul territorio, fa parte dei libri di storia. A volte sarebbe preferibile battersi il petto piuttosto che salire sul pulpito.
Dicevamo del centrodestra. Ci auguriamo che presto venga convocata una riunione al tavolo provinciale. Finora i nostri appelli non hanno avuto risposta. Ma agli amici di Lega e Fratelli d’Italia dico che dobbiamo fare presto, perché ci sono molte questioni da programmare e definire: a cominciare dalle elezioni comunali di primavera. Per non parlare di crisi come quella del Comune di Ceccano. Forza Italia c’è e rimane centrale. Disponibile al confronto. Con l’unico obiettivo di sempre: vincere per governare e battere le sinistre, rappresentate oggi dal Pd, dai Cinque Stelle, da Leu e da Italia Viva.
Tutto il resto è…gossip.

Gianluca Quadrini,
vicecoordinatore regionale
e consigliere provinciale
di Forza Italia

Visite: 44

Potrebbero interessarti anche...