PROVINCE, lunedi’ e martedi’ incontri in Regione su PERSONALE e legge di RIORDINO delle FUNZIONI.

provincia frosinoneDue importanti passaggi nel processo di riordino delle Province sono in programma per l’inizio di questa settimana in Regione Lazio, in particolare rispetto ai processi di mobilità del personale e alla proposta di legge 269 sulla ricollocazione delle funzioni non fondamentali. Due passaggi fondamentali anche per la Provincia di Frosinone.

Lunedì 26 ottobre, alle ore 16, il Presidente Antonio Pompeo sarà presso la sede della Giunta regionale del Lazio per firmare l’Accordo per la riallocazione del personale degli enti di area vasta e della Città metropolitana di Roma capitale, a seguito del lavoro svolto dall’Osservatorio regionale per l’attuazione della legge 56\2014. Nel documento è stabilito il percorso per garantire la continuità dei livelli occupazionali per il personale.

Il giorno successivo, martedì 27 ottobre, alle ore 11, presso la sede del Consiglio regionale, è in programma l’audizione di tutti i Presidenti delle Province del Lazio e del Presidente della Città metropolitana sulla proposta di legge 269, in sostanza quella che definirà, una volta approvata, la competenza sulle funzioni delegate.

“Il processo di riforma delle Province – dichiara Pompeo – necessità della collaborazione e del dialogo con la Regione Lazio e con il Governo nazionale. Il primo obiettivo infatti è quello di avere certezze su competenze e risorse per garantirle. Allo stesso tempo occorre tutelare i dipendenti e il loro diritto al lavoro. Una volta chiari questi aspetti, sarà possibile dare un impulso più forte alla riorganizzazione interna dei nostri Enti e proiettarli verso le nuove funzioni di area vasta”.

Fino ad oggi abbiamo lavorato per assicurare ai cittadini i servizi, pur nell’incertezza del quadro normativo – aggiunge il Presidente della Provincia di Frosinone – ora vogliamo passare ad una fase di maggiore protagonismo rispetto ai compiti di coordinamento locale, di promozione di economie di scala, di pianificazione strategica e infrastrutturale. Un ruolo ancora più determinante nell’interpretare gli interessi della nostra comunità. Su questo volgiamo concentraci, perché crediamo in un modello di riforma del paese che rimetta al centro i territori e gli enti locali proprio a partire dalle Province. Ma per farlo abbiamo bisogno che siano chiare le funzioni, le risorse e la forza lavoro a disposizione”.

“I due appuntamenti che si svolgeranno lunedì e martedì in Regione Lazio – conclude Antonio Pompeo – vanno nella direzione che tutti auspichiamo. Costruire una riforma che non piova dall’alto, ma sia il risultato di un dialogo e di un confronto tra i vari livelli istituzionali coinvolti”.

Visite: 32