Proposta di integrazione al progetto comunale “Dai muri alle mura” anche in Via del Carbonaro e Via Giovanni Amendola.

associazioniLe associazioni firmatarie della presente

– al Sindaco del Comune di Frosinone

Avv. Nicola Ottaviani

– al Pres. del Consiglio Comunale

Dott. Franco Lunghi

Oggetto: Proposta di integrazione al progetto Comunale “Dai muri alle mura”, per la valorizzazione delle antiche mura di Frosinone alta (centro storico), dei tratti di Via Giovanni Amendola e Via del Carbonaro.

E’ di qualche giorno addietro la notizia riportata dalle testate giornalistiche locali sul progetto di riqualificazione urbana dettata dalla giunta del Sindaco Ottaviani sulla valorizzazione delle mura storiche della cittadina frusinate, secondo tali fonti i lavori di riqualificazione dei muri procede speditamente.

Per quello che è ad oggi possibile sapere, risulterebbero individuate quali mura della città alta, denominate “storiche”, seppur costruite solo nel 900, quelle che corrono lungo le vie interessate dal progetto: Via America Latina, Via Firenze, Via Fosse Ardeatine e Viale Mazzini.

La progettazione in questione pone dunque molti interrogativi tra i tanti appassionati di storia ciociara e del centro storico del capoluogo, infatti ci si chiede perché dal progetto siano state escluse le vie più antiche del capoluogo, strade che corrono proprio lungo il percorso delle antiche mura frusinati: Via del Carbonaro e Via Giovanni Amendola.

Da tutte le ricostruzioni effettuate negli anni dagli studiosi, in molti hanno indicato il tratto prospicente al Corso della Repubblica l’unico vero punto intatto delle antiche mura frusinati, forse le stesse descritte dal Gregorovius nel suo peregrinare in ciociaria, riprese anche da recenti articoli su stampa locale, per le quali, vista la contingenza con gli intenti di riqualificazione in corso avanzeremo una proposta pragmatica e facilmente realizzabile con la consueta logica sostenibile.

Per restituire un identità alla parte alta della città proponiamo di illuminare e ripulire il tratto di Via Giovanni Amendola proprio alla congiunzione con Corso della Repubblica, ponendo un cartello esplicativo alla base della costruzione, con ricostruzione grafica ai tempi della erezione, corredata dai racconti di Guicciardini e Gregorovius sulle cinte murarie e l’antico nucleo del centro storico.

L’operazione non costerebbe nulla ma regalerebbe a tutti i passanti lo spirito antico che caratterizza la nostra identità troppo spesso vilipesa e dimenticata dai tanti che ancora oggi pensano che in questa città ci fossero solo pastori e poveri agricoltori, mentre dinanzi ai loro poco attenti sguardi ancora si stagliano possenti costruzioni frutto di antiche tecnologie architettoniche, esempio di un tempo lontano in cui nulla sembrava impossibile ai nostri predecessori.

La proposta che si inoltra potrebbe essere inclusa dall’amministrazione nei lavori finanziati del progetto “Dai muri alle mura” per non rendere l’idea che lo stesso progetto fosse privo di quella connotazione scientifico storica degna di una ricostruzione attenta dei luoghi storici identitari del centro dell’antica Frusino.

Nel comunicarvi la piena disponibilità alla collaborazione, si richiede fin da ora un incontro con gli addetti alla progettazione comunale in questione per l’approfondimento e l’organizzazione di una soluzione in tempi brevi al fine di scongiurare la mancata valorizzazione dei veri tratti murari rimasti poco visibili e privi di cure.

Restando in attesa di un vostro pronto riscontro si inviano Cordiali Saluti.

Promotori della proposta al comune:

– Ass. Cult. “Ci Vediamo In Provincia”

– Ass. di Vol. “Frosinone Bella e Brutta”

– Salviamo il Paesaggio di Frosinone

– Osservatorio Peppino Impastato

– AIPA

Potrebbero interessarti anche...