PRIMO MAGGIO. CGIL: LA SICUREZZA E’ IL CUORE DEL LAVORO.

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CON CIFSL E UIL A PRATO (DIRE) Roma, 28 apr. – “Gli infortuni sul lavoro tornano a crescere, quelli mortali nei primi mesi dell’anno sono stati piu’ di duecento, e tutto questo accade nel momento in cui economia e produzione sono in lenta ripresa. Siamo quindi di fronte ad un’emergenza che ci interroga sul legame tra condizioni di lavoro e modello di sviluppo e innovazione”. È quanto dichiara Franco Martini, segretario confederale della Cgil, in occasione della Giornata internazionale per la salute e la sicurezza sul lavoro. “Nella lotta contro gli infortuni- continua- siamo tra due fuochi: da un lato il vecchio modo di lavorare, specie nei settori piu’ colpiti, in cui si continua a morire esattamente come mezzo secolo fa; dall’altro, il nuovo che avanza, il futuro 4.0, portatore di nuovi fattori di rischio e malattie professionali, in parte ancora non indagati”. Per il dirigente sindacale “occorre quindi una strategia nazionale e interdisciplinare, che preveda il potenziamento dell’azione di controllo per rendere esigibili le leggi esistenti, da implementare e modellare sulla base delle nuove esigenze”. “Noi continueremo ad impegnarci per seguire tale direzione, e per questo- ricorda Martini- il tema della sicurezza sul lavoro sara’ al centro delle celebrazioni unitarie del Primo Maggio”. “Abbiamo scelto la citta’ di Prato per la manifestazione nazionale di quest’anno perche’ rappresenta una realta’ industriale simbolica, purtroppo piu’ volte all’onor della cronaca per gravi incidenti. Invitiamo i lavoratori e le lavoratrici- conclude Martini- a partecipare ai cortei in tutta Italia, perche’ la sicurezza e’ il cuore del lavoro”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite:34