Presentazione libro a Tor Vergata.

MAURO FERRARA ALL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA
In Gabbia, ma pur sempre un Leone. Lui è Mauro Ferrara, ex finanziere, in pensione anticipata perché a
ventidue anni scopre di non riuscire a decifrare un numero di targa e da allora convive con la sclerosi multipla.
Oggi ha quarantaquattro anni e martedì 4 giugno 2019, alle ore 10:00, presso l’Auditorium Ennio Morricone dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, presenterà il suo libro “Essere uomo non vuol dire soltanto fare la pipì in piedi”, scritto con una palpebra grazie all’aiuto dei suoi operatori e pubblicato dalla casa editrice Gemma Edizioni.
L’evento, fortemente voluto dal Rettore prof. Giuseppe Novelli e da tutto il Suo staff, venuti a conoscenza
del libro per un caso fortuito, vedrà come protagonista l’autore che, grazie alla Asl di Frosinone che fornirà il
necessario per lo spostamento e alla Linde che lo accompagnerà con i suoi angeli delle parole, potrà
testimoniare a favore della Vita, che lo ha messo a dura prova.
Mauro ha scritto un intero libro con la palpebra destra, ironizzando sulla sua malattia e cercando di dare un
senso alla sua immobilità, a quella che non gli permette nemmeno di alzarsi il colletto della camicia o pararsi
le mosche dalla bocca. Ma nonostante tutto riesce ad essere felice, ad amare la vita come pochi e scrive:
[…] Anche la concezione della felicità… Sono convinto che la mia sia molto diversa da quella della maggior
parte degli esseri umani. […] La voce è qualcosa che ho perso e mi dispiace, anche se ero stonato. A volte
penso a dove si sia nascosta e mi viene in mente, non so perché, la federa del cuscino. Mi piacerebbe tanto
andare a controllare e magari scovarla, incastrata e fluida tra il cotone bianco e riportarmela in bocca, per
farla uscire di nuovo. […]
Mauro Ferrara colpisce, e ancor più colpiscono le sue parole. È un uomo inerme e immenso, nello stesso
momento. Il 4 giugno saranno presenti medici, docenti, sindaci e assessori, oltre alla Guardia di Finanza di
Frosinone e ai colleghi dell’autore, che non lo hanno mai abbandonato in questa battaglia a favore della vita.
Speriamo che le parole di Mauro arrivino dritte al cuore, come sono arrivate a noi, che abbiamo da subito
creduto nelle potenzialità di un uomo a cui non servono corde vocali per far risuonare la sua voce, che si
interroga, continuamente, sul significato della felicità e che sceglie di crederci, come si fa con le religioni.
Per maggiori info potete consultare le pagine Gemma Edizioni sui principali social network, il sito
www.gemmaedizioni.it, nella sezione News tutte le specifiche dell’evento, o scrivere a
info@gemmaedizioni.it

Ceccano, 24 maggio 2019

Tecnico del marketing e della comunicazione
Dott.ssa Samantha Marsella

Visite:63

Potrebbero interessarti anche...