Pompeo sul Decreto sulla caccia ai CINGHIALI.

cinghiali 3“Il decreto con il quale ho provveduto ad anticipare ad ottobre l’apertura della caccia al cinghiale nasce da una precisa esigenza manifestata dal territorio: quella di porre in essere tutti gli strumenti utili per contrastare i danni che gli ungulati stanno provocando, in particolare alle colture.  

La Provincia, quale ente competente in materia,  ha voluto raccogliere una necessità emersa e sollecitata dai sindaci e dagli amministratori locali, grazie anche all’importante lavoro svolto dalla Prefettura e da S.E. Emilia Zarrilli.   Il dialogo tra le istituzioni, in particolare con la Prefettura di Frosinone, è costante e continuo da parte dell’Amministrazione provinciale, in particolare su quelle tematiche di interesse territoriale come il problema cinghiali. Per cui colgo l’occasione per rivolgere a S.E. Emilia Zarrilli un sentito ringraziamento per il contributo offerto anche su questa particolare tematica”.

Proprio l’Ufficio Territoriale del Governo aveva avviato i primi incontri in tal senso, a cui è seguita la convocazione del Comitato tecnico faunistico venatorio regionale in Regione Lazio con le province, da cui è scaturito il mio provvedimento concertato con le Atc.”

E’ quanto afferma il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo.

Visite: 61