Pietro Grasso ad Albano, l’entusiasmo di Daniele Ognibene, Candidato al Consiglio Regionale del Lazio.

A pochi giorni dal rush finale di una campagna elettorale che lo sta portando da una parte all’altra della provincia arriva nientemeno che dal presidente del Senato Piero Grasso, il candidato Premier di “Liberi e Uguali”, la sorpresa più bella per Daniele Ognibene e tutto il gruppo a suo sostegno. Per il giovane esponente politico veliterno, candidato alle Regionali del 4 marzo proprio nelle fila di LeU, l’orgoglio di poter ospitare ai Castelli il leader della sinistra, che approderà ad Albano nel pomeriggio di sabato 24 febbraio.

L’appuntamento col candidato Premier di “Liberi e Uguali” è in programma presso Villa Altieri, in via Appia Nuova, 1, in quella Albano che può contare su una illustre rappresentanza di LeU, a partire dal vicesindaco Maurizio Sementilli, tra i più fervidi sostenitori della candidatura di Daniele Ognibene alle Regionali, che più di tutti rappresenta l’emblema dell nuovo corso della sinistra ai Castelli Romani e nei territori limitrofi. Il giovane presidente del Consiglio della Città di Velletri, già Assessore nella precedente esperienza consiliare, ha saputo nel tempo ottenere la fiducia e la stima di molti cittadini ed esponenti politici locali, con i quali condivide questo nuovo progetto basato su valori e ideali da troppo tempo dimenticati, con l’intento, l’impegno e la passione di rappresentarli in Regione. “Tengo molto a questo appuntamento perchè stimo molto il Presidente Grasso – ha detto Ognibene – e sarà un piacere sentirlo parlare e dare ancora più forza al nostro impegno sul territorio. Io ce la sto mettendo tutta, sto girando tanto e incontrando tantissime persone per far conoscere il nostro programma e la nostra proposta alternativa alla deriva storica della politica, da troppo tempo contaminata dall’indifferenza verso i cittadini e dalla rabbia inconcludente e disfattista. Io porto con me la mia storia, la mia passione, il mio impegno negli anni, sempre al fianco delle comunità, e la consapevolezza che un territorio come il nostro merita di essere ben rappresentato alla Regione Lazio, affinché i diritti tornino ad essere il faro di chi fa politica per la gente e tra la gente”.

Visite:32

Potrebbero interessarti anche...