PIEDIMONTE. S. G. FCA. CIACCIARELLI (CAMBIAMO!): “STOP PRODUTTIVO ANCHE AD OTTOBRE. I VERTICI FCA ANCORA DEVONO RISPONDERE ALLA MIA RICHIESTA D’INCONTRO.”

“Dal momento che la Regione Lazio si trova totalmente abbandonata da colui, che, sulla carta, dovrebbe esserne il presidente, sto parlando di Nicola Zingaretti, ho preso carta e penna ed ho, in qualità di commissario della Commissione Sviluppo, ho scritto ai vertici FCA, precisamente a Pietro Gorlier Pietro Gorlier, capo operativo della componentistica di Fiat Chrysler Automobiles, responsabile per la regione geografica Europa e Medio Oriente,  per conoscere le intenzioni del gruppo sul futuro del sito di Piedimonte San Germano, e quindi chiedere un incontro con la dirigenza. Ad oggi non ho ricevuto alcuna risposta. L’ecotassa, come previsto, ha finito col  mettere ancora più in difficoltà l’azienda. I parlamentari eletti avrebbero dovuto fare squadra per difendere il territorio. Ancora stop il 1-2-3-4- 7 ed 11 ottobre. I lavoratori vivono nell’incertezza e la speranza che le cose possano migliorare di giorno in giorno si spegne sempre più. A ciò si aggiunga, che nel primo semestre del 2019, lo stabilimento ha già raggiunto quota 74 giorni di cassa integrazione e che, considerando le varie festività, nel 2019 la percentuale di fermo degli impianti è vicina al 60%. Zingaretti vuole svegliarsi e mettere in agenda un incontro con i vertici FCA per difendere l’occupazione nella regione di cui dovrebbe essere presidente!?

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli, Cambiamo!/ Laboratorio Lazio per il Cambiamento. 

Visite: 53

Potrebbero interessarti anche...