PENSIONI. CAMUSSO: PRONTI ALLA PIAZZA, SPERO IN POSIZIONE UNITARIA.

(DIRE) Roma, 15 nov. – “Abbiamo fatto una discussione all’interno del nostro organismo e abbiamo mandato a decidere, sulla base di come andra’ la discussione sabato, quali forme di mobilitazione. Ovviamente penso siano necessarie forme di mobilitazioni visibili”. Cosi’ la leader della Cgil, Susanna Camusso, a margine di un convegno sul Fiscal Compact, parla del confronto con il governo sulle pensioni e delle mobilitazione che sta preparando Corso d’Italia. Camusso sottolinea: “Stiamo lavorando perche’ il giudizio sia unitario di tutte le tre organizzazioni, anche perche’ e’ un giudizio che daremo sulla base della distanza che ci sara’ dalla piattaforma che abbiamo presentato e dagli impegni che abbiamo sottoscritto l’anno scorso con il governo, tutte cose che abbiamo fatto unitariamente”. Tra le richieste sindacali e le proposte del governo, ribadisce Camusso, “le distanze sono molto significative”. A chi le chiede se la mobilitazione sara’ una manifestazione in piazza a Roma il 2 dicembre, Camusso osserva che la data “sara’ calibrata per poter incidere sui tempi dei lavori parlamentari”, sia sul fronte della manovra che del decreto fiscale. E rispetto al possibile blocco dell’ adeguamento dell’eta’ pensionabile all’aspettativa di vita sottolinea che “gli emendamenti che vanno in questa direzione sono molti, per cui e’ possibile questa soluzione”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite:38

Potrebbero interessarti anche...