PENSIONI. CAMUSSO: NON BASTANO DEROGHE, GOVERNO CERCA DI DISTRARRE.

(DIRE) Roma, 8 nov. – “Il meccanismo e’ ingiusto e bisogna cambiarlo. Non si puo’ agire solamente per deroghe. La prima risposta che continua a mancare e’ sul meccanismo. Poi ci sono i temi di prospettiva come le pensioni dei giovani e le donne”. Cosi’ la leader della CGIL Susanna Camusso commenta la proposta del governo sulle pensioni e aspettativa di vita, formulata ieri in sede tecnica. Arrivando a Palazzo Rospigliosi per un convegno sul tema ‘L’Europa dei cittadini’, la sindacalista sottolinea che quello che propone il governo “e’ un meccanismo copiato da quello dell’Ape sociale, non e’ quello che abbiamo proposto. Questa e’ distrazione, e’ un modo per cercare di distrarre l’attenzione, promettendo una cosa che abbiamo gia’ verificato con l’ape social che non funziona”. Peraltro, conclude, “il tema del meccanismo dell’aspettativa di vita non riguarda solo la vecchiaia, ma anche le pensioni di anzianita’. Continuiamo ad essere ben lontani dal dare risposte alla fase 2 che un anno fa avevamo sottoscritto”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:12
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...