PD. ZINGARETTI: VA CAMBIATO E NON UCCISO CON FURBIZIE, FORSE QUALCUNO HA PAURA.

BERSANI E SPERANZA? SBAGLIATO TORNARE INDIETRO. MINNITI? CHIEDO CHIAREZZA” (DIRE) Roma, 5 dic. – “Il Pd va cambiato e non picconato con delle furbizie. Distruggerlo o puntare alla lacerazione sarebbe un immenso regalo al M5S e Salvini. Non si puo’ sputare in faccia alle speranze di milioni di persone che si aspettano da noi un cambiamento. Al congresso io faro’ di tutto per cambiarlo, allargarlo, rilanciarlo e farne il perno dell’alternativa. Non vorrei che qualcuno possa averne paura”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio e candidato alla segreteria del Pd, Nicola Zingaretti, intervenendo ai microfoni di Radio Radio. “Se auspico il ritorno degli ex come Bersani e Speranza? No, non penso che bisogna tornare indietro, nella storia e’ sempre stato un errore ma neanche si puo’ rimanere fermi nella contemplazione del presente o andare avanti ingnorando i segnali lanciati dai cittadini- ha sottolineato Zingaretti- E’ sbagliato sciogliere un movimento politico che e’ ancora un punto di riferimento per tanti e non vedo cosa ci potrebbe essere si positivo se muore. Troppo spesso abbiamo umiliato le persone che ne facevano parte, voglio cambiare il partito per valorizzare e far contare tutte le persone”. “L’ipotesi di ritiro di Minniti? Faccio una richiesta di chiarezza, noi dobbiamo avviare la ricostruzione di un gruppo dirigente che diventi un’alternativa a chi governa oggi, perche’ ora non lo e’. Farlo con furbizie sarebbe drammatico e spero si volti pagina da un comportamento poco chiaro- ha proseguito il governatore- E’ dal 13 marzo che sto aspettando un appuntamento come milioni di elettori che si aspettano un segnale di vitalita’, combattivita’ e ripresa prima di chiudere definitivamente le serrande, perche’ il Governo sta producendo un disastro sociale ed economico”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:18
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...