PD. ZINGARETTI: LAMPI DI RESISTENZA ANTI-GOVERNO, CREDIAMOCI.

GOVERNATORE A BOLOGNA: “CI SARÀ DA COMBATTERE, CHIAMATE TUTTI” (DIRE) Bologna, 27 gen. – “Da qui al 3 marzo ne vedremo di tutti i colori, per mortificare quella giornata, tra chi non ci crede e chi dice ‘eh vabbe’ sono morti’. Lasciateli parlare: la realta’ e’ esattamente all’opposto”. Lo assicura Nicola Zingaretti, spronando i suoi e il Pd a crederci in vista delle primarie del 3 marzo. Ecco la ‘metafora’ di Zingaretti: “Di fronte a un Governo pericoloso, in Italia ci sono lampi di resistenza, a Milano, a Bologna, a Napoli, a Torino, a Roma, di persone che non si arrendono. Ci sono tante cose, quello che manca e’ un popolo, un progetto, che con umilta’ si rimette a tessere una rete unitaria, politica”. Un progetto, continua il governatore-candidato, “che crea una prospettiva e che sta nel conflitto, perche’ nella democrazia c’e’ il conflitto: non vi aspettate piu’ che qualcuno vi regali qualcosa- avvisa Zingaretti incassando consensi- perche’ bisognera’ combattere. Ma non saremo di meno, saremo di piu’, se chiariremo che quel conflitto non e’ al servizio del leader di turno- e’ un altro passaggio di cesura con la fase recente del Pd- ma delle speranze della comunita'”. Insomma c’e’ tanto da fare per il nuovo Pd, anche se “milioni di italiani pensano che non ci sia piu’ un nostro ruolo”, rilancia Zingaretti. Posto che bisognera’ continuare piu’ che mai a puntare sui giovani, “che non si meritano il reddito di sudditanza” come lo chiama il candidato Pd, “in questa fase sara’ piu’ chiaro chi partecipava alla politica per opportunismo e chi invece per passione continua a lottare. Ma non dobbiamo essere minoritari, non e’ un tempo triste: chiamate- esclama Zingaretti dal palco- e richiamateli tutti, nelle scuole, nelle Universita’, nei quartieri. Questo e’ un tempo bello della politica, siamo chiamati di nuovo a cambiare la storia”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:23
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...