Partito Comunista Italiano – Sezione “E. Berlinguer” Marino.

 

Partito Comunista Italiano – Sezione “E. Berlinguer” Marino

Marino, 17 marzo 2021

Marino/Ciampino. Il compagno Augusto Candi ci ha lasciato insegnamento e pegno che non possiamo che raccogliere e continuare a portare avanti: l’idea e gli ideali comunisti.

Molti cittadini, e, soprattutto, molti compagni e compagne hanno appreso con tristezza la notizia di Augusto che non c’è più. – esordisce un commosso Stefano Enderle, segretario della sezione PCI di Marino (sezione che si occupa anche della iniziativa politica dei comunisti a Ciampino) – Abbiamo apprezzato le molte voci che si sono espresse per quel ruolo “presente ma non invadente” di cui Augusto Candi era capace e che ne tratteggiava il suo profilo sociale e politico. Per questo – prosegue il segretario comunista del territorio Ciampino-Marino – quando abbiamo provato a commentare tra di noi, abbiamo subito scelto di voler rendere noto un gesto semplice, ma di una forza straordinaria che il compagno Candi ha voluto compiere lo scorso anno. Eravamo all’inizio delle restrizioni della pandemia, il 5 marzo 2020 esattamente, e così come ci aveva chiesto in precedenza, Augusto volle incontrare la segreteria del Partito. Ci disse per due ragioni: voleva conoscere quanta attività culturale noi offrivamo al sostegno di BiblioPop e ne voleva vedere i frutti; e poi, per darci una cosa. Fu quindi così, che grazie alla disponibilità del Presidente Sergio Santinelli, accogliemmo Augusto Candi a BiblioPop raccontandogli di come le nostre energie, unite a quelle di molte altri cittadini e cittadine, amanti della cultura e spinti da progresso e condivisione sociale, cercavamo di diffondere cultura a portata di tutti in mille modi,. Dai libri, alla lettura in gruppi degli stessi, dalla presentazione di opere ed autori, alle mostre e convegni e cosi via. Augusto, in modo asciutto, ma sincero e diretto, ci fece i complimenti e ci incitò a proseguire. – continua Stefano Enderle – Poi, ci disse che doveva consegnarci una cosa. Che era per la sezione PCI. Noi ci guardammo incuriositi. Lui rivolto a tutti i presenti, ma consegnandola a me, quale segretario, mi consegnò l’ultima bandiera del PCI storico che, ci disse, era nella sede comunista di Ciampino. Voglio che la teniate voi per poterla conservare e riproporre politicamente insieme alle idee e idealità che il comunismo comporta. Ci fece commuovere perché aggiunse che nel panorama attuale sul vasto territorio si fidava di noi, di quanto andiamo costruendo da tempo e della sicurezza che avremmo continuato così. Ebbene – conclude il segretario del PCI – con la stessa determinazione e convincimento Augusto già sa che noi da Marino come da Ciampino e da ogni parte del nostro Paese, ogni comunista continuerà nel suo nome e in quello di molti altri comunisti a portare avanti quella bandiera e quelle idee.”. Lasciamo infine alle stesse parole attribuite postume ad Augusto che sono apparse su FB quale suo congedo da tutti: “Eccomi qua. Questo è il mio ultimo saluto. Lascio questa vita che tante soddisfazioni mi ha riservato e una splendida famiglia che mi è stata vicino, fino all’ultimo, con amore incondizionato. Mando a tutti voi un grande abbraccio sperando di essere ricordato come una persona onesta e sincera. Questa per me sarebbe un grande vittoria. Buona vita a tutti. HLVS”.

(lettori 179 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: