MSGC: Fare Verde chiede l’esonero del funzionario responsabile della Protezione Civile.

Come volevasi dimostrare la tutela della sicurezza dei Cittadini di Monte San Giovanni Campano è comandata in ritardo rispetto agli eventi e non è attuata nessuna prevenzione per l’incolumità pubblica. Ieri l’ondata di freddo e il ghiaccio avvisata per tempo dai bollettini ha creato criticità esagerate sulle strade ed ha messo in evidenza le criticità del Piano di emergenza Comunale che non ha alcun automatismo di esecuzione e di prevenzione. Il fatto: Nonostante i bollettini di avviso per il grande freddo non è scattata nessuna opera di prevenzione automatica e ciò ha comportato una serie di incidenti di cui uno gravissimo sul territorio Comunale in località compresa tra le Mastrazze e Reditoto. In buona sostanza sono dovuti intervenire elicotteri, squadre dei Vigili del Fuoco e ambulanze per liberare e trasportare i feriti (una ragazza di Veroli e un Monticiano di Girate). Un vero disastro per la salute degli automobilisti coinvolti e una spesa esagerata di denaro pubblico che potevano essere evitati se il Piano di emergenza Comunale fosse scattato in automatico con lo spargimento di sale sulle strade o con la chiusura al traffico veicolare delle strade ghiacciate come del resto prevede anche il Codice Civile che impone la custodia delle strade agli Enti di competenza. Di fatto il Piano di emergenza Comunale è scattato solo ieri e dopo gli incidenti (di cui uno gravissimo) con l’ordinanza del Sindaco e questa circostanza ha sottolineato che la difesa comandata del Piano di Emergenza Comunale per la sicurezza dei Cittadini non serve a nulla perchè non attua nessuna opera di prevenzione in quanto si basa sul così fan tutti e sul vogliamoci bene tanto il mal comune è mezzo gaudio. Fare Verde si augura infine che non accada nulla di più grave perchè al momento il Piano di Emergenza Comunale  non serve assolutamente a nulla ed è solo carta da macero ben conservata negli uffici Comunali. Ancora oggi, pur essendo Monte San Giovanni Campano un’area sismica abbastanza pericolosa, non è stata attuata nessuna opera di prevenzione ed infatti tutti possono constatare che non esistono percorsi sicuri per uscire dai due centri storici come non sono stati pubblicizzati luoghi sicuri per il concentramento della popolazione in caso di calamità. In buona sostanza la nostra Associazione  si chiede e chiede al Sindaco di Monte San Giovanni Campano che senso ha  tenere nei cassetti degli uffici Comunali il Piano di Emergenza Comunale come se fosse un segreto di Stato quando è uno strumento indispensabile per salvaguardare la sicurezza della popolazione. Fare Verde è ancora più dura e difronte a tanto pressappochismo, nell’interesse collettivo, chiede al Sig. Prefetto di Frosinone l’esonero  del  funzionario Comunale responsabile della Protezione Civile di Monte San Giovanni Campano per non aver attuato le indispensabili opere di prevenzione rivolte alla tutela dell’incolumità dei Cittadini  e prima che l’inefficienza possa causare danni ancora più gravi.

Fare Verde Gruppo Locale di Monte San Giovanni Campano

Fare Verde ONLUS è Associazione di Protezione Ambientale riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente ai sensi Art.13 L.349/86 – Decreto di riconoscimento n. 2080/SvS/DEC/2003 del 26 febbraio 2003 iscritta al registro delle organizzazioni di volontariato della Regione Lazio – sezione Ambiente, Natura, Animali dal 21/03/1994 ai sensi della Legge Regionale n.29/93 ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) ai sensi del Dlgs 460/97 fareverde.msgc@gmail.com

 

Potrebbero interessarti anche...