Morto sul lavoro a Roma. Paolo Capone, Leader UGL: “Serve una vera riforma per garantire la sicurezza dei lavoratori”.

“Un altro incidente sul lavoro, questa volta alla periferia di Roma, dove ha perso la vita un operaio di 58 anni, rimasto schiacciato da un muletto che si è ribaltato. L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia della vittima. Una tragedia inaccettabile, l’ennesima, che ci rattrista profondamente. Non smetteremo mai di denunciare l’urgenza di una seria riforma nell’ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, e invitiamo il Governo a intervenire con misure concrete e non solo con le buone intenzioni. Come sindacato siamo attivi sul territorio con la manifestazione ‘Lavorare per Vivere’, volta proprio a sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno delle ‘morti bianche’. E’ ora di dire basta a queste stragi silenziose”. Lo ha dichiaratoPaolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito all’incidente sul lavoro in cui ha perso la vita un operaio di 58 anni, a causa del ribaltamento di un muletto con cui stava operando nel piazzale di una ditta di logistica, in via Civitacampomarano, nella zona di Case Rosse a Roma.

Visite: 86

Potrebbero interessarti anche...