MODA. IN ESTATE VIA LIBERA A BORSE IN PAGLIA, RAFIA, VIMINI E MIDOLLINO.

(DIRE) Roma, 1 ago. – Gli amanti dello stile provenzale e chic re’tro non potranno fare a meno quest’estate delle borse in paglia, rafia, corda, vimini o in alternativa in midollino, da sfoggiare non solo a mare ma anche in citta’. Se tutti questi materiali sono in fibra naturale, le differenze risiedono nella loro lavorazione: la rafia e’ una pianta mentre la paglia e’ il ricavato dei fusti dei cereali ed e’ uno scarto della trebbiatura. La rafia viene utilizzata sia come filato che come tessuto intrecciato. È resistente ma leggera, per questa ragione viene anche verniciata o laccata. Quest’ultima modalita’ conferisce maggior resilienza al filato e colori vivi e brillanti, ideali per produrre borse e altri accessori simili. Il midollino e’ dato invece dalla trafilazione del rattan: esso si presenta in lunghi filamenti, sottili e intrecciabili. Il rattan e il midollino pero’ sono materiali piuttosto delicati e devono essere protetti dal sole e dall’umidita’ altrimenti tenderebbero a ingrigirsi. Il vimini e’ costituito da un’unica fibra solida, al contrario delle fibre del rattan piu’ fini e di diametro regolare e in natura sono intrecciate tenacemente.


Le passerelle primavera-estate 2020 ci hanno proposto numerosi esempi di queste borse, tradizionalmente legate alla spiaggia, abbinate ad outfits urbans e da sfruttare in diverse occasioni anche serali. Questi accessori diventano ibridi e abbinabili a diversi stili soprattutto quello francese come vestiti a fiori dal tocco vintage, gonne lunghe, jeans a vita alta cropped, sneakers o sandali. Perfetti anche con la camicia bianca, jeans o shorts sfilacciati accompagnati da un paio di ciabattine basse color cuoio.
Il primo cestino di paglia diventato simbolo riconosciuto di stile e’ quello indossato da Brigitte Bardot e Jane Mallory Birkin intorno agli Anni 70. La Birkin era solita camminare per le strade di Parigi, perfino in inverno, con un semplice cestino di vimini di medie dimensioni ed era naturale vederlo al suo braccio perfino in occasioni pubbliche e mondane.
Oggi il cestino si e’ evoluto al punto da vederlo sfoggiare con disinvoltura nelle passerelle internazionali in combinazioni di materiali interessanti come rafia e vimini, uncinetto e rafia, paglia e pelle o satin. Le sue dimensioni sono irrilevanti poiche’ la scelta sul mercato incontra tutti i gusti ed esigenze per non parlare dei colori. Oltre al colore beige e panna naturale della paglia e della rafia, si possono trovare numerosi modelli con dettagli in pelle per dare un tocco glamour al vostro stile. Il modello classico, che non puo’ mancare, e’ sicuramente il ‘basket bag’ che si propone come un modello intermedio tra il secchiello e la bag shopper.
Gli abbinamenti consigliati per le occasioni sono: – abito formale con secchiello in vimini; – look total denim borsa in paglia con le scritte o le iniziali; – abito lungo da sera con tracollina in midollino.

Visite: 73