MINORI. ALBANO: RICONOSCERE VALORE SOCIALE A TEMPO PASSATO CON FIGLI.

(DIRE) Roma, 21 ott. – “La parola chiave e’ relazione, quelli definiti dalla convenzione ONU sono diritti relazionali, bisogna garantire relazioni sane e funzionanti per il benessere dei bambini e dei ragazzi. La nostra sfida oggi a 30 anni dalla convenzione e’ promuovere relazioni buone”. Lo sottolinea Filomena Albano, Autorita’ Garante per l’infanzia e l’adolescenza, in occasione del convegno su ‘I diritti dell’infanzia e dell’adolescenza a 30 anni dalla convenzione dell’ONU’, promosso a palazzo Giustiniani dalla Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle Regioni e dall’Unicef.
“Tra i diritti piu’ richiesti dai bambini- continua la Garante- ci sono quelli di non sentirsi soli e alla felicita’.
Per non far sentire soli i bambini il presupposto e’ la presenza dei genitori e le istituzioni devono renderla possibile attraverso politiche di conciliazione tra lavoro e tempo di vita e riconoscendo il lavoro sociale del tempo passato dai genitori con i loro figli”, conclude Albano.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:39
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...