MIGRANTI. SAMI: NON AVERE NESSUNO CHE SALVI VITE IN MEDITERRANEO NO DETERRENTE .

“BASTA CAMPAGNA CRIMINALIZZAZIONE ONG” (DIRE) Roma, 9 lug. – “Il tema del salvataggio in mare e’ un tema estremamente complesso che non riguarda solo l’Italia. È un paese che deve vedere coinvolta la collaborazione e la partecipazione di tutti gli Stati europei e non, che si affacciano sul Mediterraneo, e che sono Paesi sicuri”. A parlare e’ Carlotta Sami, portavoce di Unhcr per il sud Europa. “Occorre quindi mettere in piedi un sistema di salvataggio- ha proseguito, interpellata dall’agenzia Dire- ritornare a quel sistema che esisteva e che e’ stato smantellato, lasciando alle ong un ambito umanitario che vanno a coprire poiche’ nessun altro soggetto e’ presente per la ricerca e per il salvataggio”. Per Sami “credere che non avere nessuno che salvi le persone nel Mediterraneo sia un deterrente e’ dimostrato, non solo dai dati ma anche dai fatti, che non funziona. Lascia morire piu’ persone”. Unhcr “si e’ espressa in maniera precisa sul dl Sicurezza bis, chiedendo che venga rivisto e’ che cessi la campagna di criminalizzazione delle ong”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:25
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...