MIGRANTI. FRATOIANNI (LEU) A MELONI: TORTURATORI CASOMAI SCOPERTI GRAZIE A NOI.

NOI E POCHI GIORNALISTI IN PRIMA LINEA CONTRO TRAFFICANTI, CERTO NON FDI (DIRE) Roma, 31 mag. “Come al solito l’on. Meloni si ferma ai titoli e alle fotografie e non legge tutta la storia. Se tre torturatori e stupratori degli infami centri libici, sono stati condannati come e’ avvenuto a Messina e’ perche’ alcuni migranti li hanno riconosciuti ed accusati. E a farlo sono stati, guarda caso, dei profughi salvati da Nave Alex di Mediterranea, non certo degli esponenti di FDI”. È la replica di Nicola Fratoianni portavoce nazionale di Sinistra Italiana, chiamato in causa dall’esponente di destra. “Altro che silenzio come ci accusa scioccamente- prosegue l’esponente di Leu- siamo noi, le Ong e alcuni giornalisti coraggiosi ad essere in prima linea a denunciare i criminali che fanno affari sulla pelle di gente disperata. Venga con noi anche l’on. Meloni, faccia quello che fanno le Ong in mare- conclude Fratoianni- e se ne rendera’ conto e smettera’ di fare solo propaganda…”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 76