MIGRANTI. DELLA VEDOVA (+EU): SU UE DI MAIO GROTTESCO, ATTACCHI ORBAN.

(DIRE) Roma, 23 ago. – “Il vicepremier Di Maio minaccia di tagliare i fondi italiani alla Ue se Bruxelles non toglie le castagne dal fuoco al governo italiano, che senza base giuridica tiene in ostaggio un centinaio di migranti su una nave della nostra guardia costiera. È un attacco vigliacco, che maschera l’impotenza del nostro esecutivo vittima della sua stessa propaganda, paralizzato dall’impossibilita’ di mantenere le promesse e alla continua ricerca di alibi”. Lo scrive su Facebook Benedetto Della Vedova, coordinatore nazionale di +Europa. “Il governo piu’ antieuropeista un giorno chiede aiuto a Bruxelles, e un giorno la minaccia, in modo peraltro grottesco, visto che le conseguenze di una rottura con l’Ue ricadrebbero in primo luogo sul nostro Paese e che l’accusa di scarsa collaborazione andrebbe rivolta proprio ai governi sovranisti alleati dell’Italia. Di Maio, se ha coraggio, chieda a Bruxelles di sospendere i fondi ai paesi – perche’ la questione riguarda i governi nazionali, non la Ue – che non hanno rispettato l’impegno e si oppongono alla redistribuzione dei richiedenti asilo. Di Maio– conclude Della Vedova– chieda di sospendere gli ingenti trasferimenti da Bruxelles all’Ungheria di Orban che non vuole un solo migrante. Se ne ha il coraggio”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 34

Potrebbero interessarti anche...