MIGRANTI. ASSOCIAZIONE DENUNCIA: MORTO GEORGIANO IN CPR GRADISCA.

LASCIATECI ENTRARE’: AVEVA SUBITO PERCOSSE VIOLENTE AGENTI POLIZIA (DIRE) Roma, 19 gen. – Un migrante di nazionalita’ georgiana sarebbe deceduto nel Centro permanente per il rimpatrio (Cpr) di Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia. A riferirlo, l’associazione per i diritti delle persone migranti ‘Lasciateci entrare’, che sui propri profili social denuncia “l’ennesima morte nei lager di Stato”. Gli attivisti, che hanno raccolto la denuncia e le testimonianze dagli altri ospiti del Centro, riferiscono che V. E. (queste le iniziali del suo nome) e’ morto ieri “per un malore, sopraggiunto in seguito alle percosse violente ricevute quattro giorni prima da parte degli agenti di polizia”. Proseguono gli attivisti: “Non sappiamo se sia stato portato in ospedale e quando”. All’agenzia Dire, i responsabili riferiscono ancora: “Adesso stiamo raccogliendo maggiori informazioni. Siamo in contatto anche con la comunita’ della diaspora dei georgiani in Italia, che hanno informato del caso la Tv nazionale georgiana ed il Dipartimento per i diritti umani della Georgia. Anche le associazioni per i diritti umani del Friuli- hanno concluso- si sono mobilitate per seguire il caso”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 115