MES. EUROPA VERDE: BASTA IPOCRISIA, SI ELABORI SERIO GREEN NEW DEAL.

(DIRE) Roma, 2 dic. – “Il vertice di Governo sul MES, tanto per cambiare, si annuncia litigioso, la solita discussione ipocrita tra chi tira da un alto e chi dall’altro. Al riguardo, siamo convinti che, se l’Italia riuscisse davvero a elaborare un progetto di Green New Deal, dimostrando che nella conversione ecologica dei processi produttivi convivono economia e sviluppo sostenibile con creazione di posti di lavoro, probabilmente non dovremmo preoccuparci di dover essere salvati, riuscendo a perseguire con le nostre gambe l’obiettivo indicato come priorita’ dalla nuova Presidente della Commissione Europea e risolvendo i problemi legati all’emergenza climatica e ambientale che affliggono tutti i paesi del pianeta”. Cosi‘ Elena Grandi e Angelo Bonelli, rispettivamente co-portavoce e coordinatore dell’esecutivo nazionale dei Verdi, oltre che esponenti di Europa Verde. “Oggi siamo qui a ECOlogica- proseguono- per dimostrare che Europa Verde ha contenuti e proposte molto seri, dimostrabili e inconfutabili. In questi due giorni, abbiamo affrontato diversi temi, dai rifiuti alla salute, insieme a relatori di altissimo livello. I cittadini hanno il diritto di conoscere questi aspetti tutt’altro che marginali nelle loro vite: le ‘azioni virtuose’ presentate qui sono alla base di uno stile di vita sano, del benessere e della giustizia sociale, oltre che ambientale. Non possiamo piu’ perdere tempo, – concludono Grandi e Bonelli, – e’ per questo che sollecitiamo il Governo italiano ad essere piu’ ‘ambizioso’, per dirla con la parola chiave della COP25 che si apre oggi a Madrid”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:95
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...