MATTARELLA A ROCCA DI PAPA, OMAGGIO IN MEMORIA DEL SINDACO EROE.

(DIRE) Roma, 24 giu. – In un post su Facebook la cooperativa sociale Auxilium, annunciando sabato 20 giugno la cerimonia in ricordo del Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, ad un anno dalla tragica scomparsa, ha scritto: “É per noi un grande onore ricevere la visita del Capo dello Stato in una nostra struttura” (il centro Mondo Migliore, ndr.) ed “e’ particolarmente significativo annunciarlo in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato”. Nel corso della commemorazione, ha spiegato una nota del Quirinale, e’ stato piantumato un ulivo e scoperta una targa in ricordo del sindaco. Sono intervenuti: Angelo Chiorazzo, fondatore e Presidente della Cooperativa “Auxilium”; Gianni Letta; Veronica Cimino, Vice Sindaco Reggente del Comune di Rocca di Papa; S.E. Rev.ma il Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia – Citta’ della Pieve e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. La cerimonia si e’ conclusa con l’intervento del Presidente Mattarella che ha detto: “Il ringraziamento a Crestini e’ il ringraziamento della Repubblica” per il suo eroico gesto. Incontrando i famigliari, la madre e la figlia piccola del sindaco morto, Mattarella ha detto: “Lo ricordiamo tutti con riconoscenza”. Durante il discorso Mattarella ha poi aggiunto: “Il mio pensiero di omaggio nei confronti di Emanuele Crestini e’ espresso nelle parole che sono state utilizzate per la targa collocata nel giardino. Io sono molto lieto e avverto l’orgoglio che queste parole siano utilizzate per ricordarne la figura e rammentarne l’esempio consegnato non solo a tutti i suoi concittadini ma a tutto il nostro Paese. Ed e’ un messaggio di grande significato tanto piu’ ricordato qui, in questo luogo di incontro, di apertura, di disponibilita’ reciproca, che fa accogliere e responsabilizza. Come ha detto il cardinale Bassetti, vi e’ una responsabilita’ individuale che si inserisce nella responsabilita’ collettiva che tutti abbiamo globalmente per una condizione migliore, accettabile, dell’umanita’ in questo mondo. E’ la responsabilita’ che nella sua funzione il sindaco Crestini ha avverto e praticato. Per questo gli siamo riconoscenti con grande intensita’ e con non dimenticabile ricordo”. Rivolto ancora una volta alla mamma del sindaco, il presidente della Repubblica ha concluso: “Siamo vicini a lei signora, sapendo che questi ricordi, che sono convinti e stabili, non attenuano il dolore ma lo accompagnano cercando di essere a tutti i familiari”. 

Visite: 140