Manovra, Bonino: “Reagire a questa deriva senza precedenti”.

“Il 3 gennaio +Europa si riunisce per l’esame di varie iniziative da mettere in campo per reagire e non subire solo passivamente”.

“Il 3 gennaio +Europa si riunisce per l’esame di varie iniziative da mettere in campo per reagire e non subire solo passivamente. Dobbiamo capire se esiste un progetto politico complesso e a medio termine per reagire a questa deriva”. Così la senatrice Emma Bonino nel corso di una conferenza stampa alla Camera sulla manovra da parte di +Europa.

“Non c’è solo il ricorso alla Consulta, va bene anche un incontro con Mattarella ma non ci si può fermare lì, bisogna mettere in piedi delle iniziative per rafforzare la resistenza e il contrasto a una deriva che si aggrava ogni giorno, a mia esperienza senza precedenti”.

Secondo Bruno Tabacci il passaggio della manovra dal Senato alla Camera è “peggiorato” sia nel metodo che nel merito.

Riccardo Magi parla di “svilimento del Parlamento, si sta scrivendo una pagina davvero buia”. Magi attacca Fico: “Dal presidente della Camera avremmo voluto sentire qualcosa, lui rappresenta la Camera nella sua interezza e dovrebbe tutelare l’opposizione invece ha affrontato questo passaggio in modo assolutamente burocratico. Ci sentiamo di stigmatizzare il comportamento di Fico, ci saremmo aspettati da lui una voce a tutela delle prerogative dei parlamentari”.

Alessandro Fusacchia parla di “micro marchette” inserite in manovra e di “tagli veri” che colpiranno l’innovazione e la scuola.

Infine, Benedetto Della Vedova commenta le dichiarazioni del premier Conte su Radio Radicale: “Dire andate sul mercato e cercate dei soldi perchè avete ‘audience’ vuol dire non capire cos’è un servizio pubblico e anche su questo c’è il silenzio complice del presidente della Camera: i beni pubblici di cui loro si riempiono la bocca sono anche l’informazione”, conclude.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:12
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...