MALTEMPO. E-DISTRIBUZIONE: IN ABRUZZO CIRCA 59MILA UTENZE SENZA LUCE.

IN GIORNATA MENO DI 30.000. NELLE MARCHE 3MILA IN PROV. ASCOLI PICENO (DIRE) Roma, 20 gen.Dopo un”altra notte di impegno sul campo in condizioni avverse, la task force di 1.400 uomini messa in campo in Abruzzo da e-distribuzione, la societa” del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, ha ridotto a meno di 60.000 le utenze disalimentate sul territorio regionale. Nonostante il permanere di condizioni avverse, con aree difficilmente raggiungibili, secondo le stime di e-distribuzione oggi sara” possibile portare a meno di 30.000 il numero complessivo dei clienti ancora disalimentati. Nella mattina del 20 gennaio in Abruzzo sono circa 59.000 i clienti disalimentati: L”Aquila va verso la normalizzazione del servizio, con interventi in corso che riguardano un numero limitato di utenze; Teramo: 38.000 clienti disalimentati; Pescara: 10.500 clienti disalimentati; Chieti: 10.500 clienti disalimentati. Dall”inizio dell”emergenza la task force di e-distribuzione, in campo con quasi 600 mezzi operativi e piu” di 500 gruppi elettrogeni, ha progressivamente rialimentato oltre 160.000 utenze.

Situazione in miglioramento nelle Marche, dove prosegue l”impegno per la normalizzazione del servizio in giornata. Le operazioni di ripristino sono state ostacolate nella notte dal permanere di problemi di viabilita” in alcune aree montane e dall”insorgere di nuovi guasti. La situazione e” comunque in miglioramento: Ascoli: 3.000 disalimentati concentrati nella Provincia di Ascoli; Macerata e Fermo: verso la normalizzazione del servizio. Aggiornamenti sulla situazione della rete elettrica vengono pubblicati sui siti aziendali e vengono fornite puntuali informative a protezione Civile e istituzioni sullo stato di avanzamento degli interventi con previsioni dei tempi di ripristino del servizio. E-distribuzione opera in stretto contatto con le Autorita” Locali e Regionali per gestire le situazioni piu” critiche con misure temporanee, anche attraverso l”installazione gruppi elettrogeni.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...